30 aprile 2007

Spritzed markers / reply to Anonymous

Sometimes my poor English betrays me, and I think it's what happened this time. "Spritzed markers" is not a new technique, and it's known also as "faux watercolor", "markers watercolor" and a lot of other, different names.

It's just that you apply ink directly on your stamps with watercolor/washable markers, then you mist the inked stamp with a common water spritzer before stamping on cardstock (comes out better if you use watercolor paper instead of cardstock).

Hope this helps!

29 aprile 2007

Modifiche al biglietto / changes to the card

Secondo post della serata...

Ho modificato il biglietto dell'altra volta. Ho preferito non spugnare il verde sul rosa, perché una volta ci ho provato e ne è uscito un colore indefinibile e purtroppo indimenticabile.

Però è un po' migliorato riducendo le misure del pannello verde. Ho usato un biglietto Bazzill, e non sono abituata alle proporzioni dei biglietti americani, che sono più quadrati dei nostri.

Devo farci l'occhio...






Second post of the day.

I modified the card I asked opinions on. I preferred not to sponge green ink on the pink cardstock, because I tried it in the past, and what came out was a color that doesn't even have a name and that I won't - unfortunately - forget!

It's a bit better with a narrower green layer. I used a Bazzill card, and I'm not used to its shape, that's a lot more "square" than the Italian blanks.

I have to get used to it.

Pennarelli acquarellabili / Watercolor markers

Ritorno al passato.

Questo biglietto è un ritorno al passato. Ho ripreso in mano uno dei miei amatissimi timbri della Penny Black e i miei pennarelli acquarellabili. Di nuovo rispetto al passato ci sono la carta di sfondo e la piccola etichetta "Levi".

Ho cercato invano in casa qualcosa da usare come embellishment, ma niente andava bene.

Troppo grosso. Troppo piccolo. Troppo lucido. Troppo scuro... Troppo.

Alla fine l'ho lasciato così, semplice, e lascio che sia il meraviglioso tratto del timbro a parlare.

Per la sezione "fatti miei" del blog, dirò che mi piacerebbe entrare in contatto con la LaaLaa che ha lasciato un commento su un mio post precedente, e che mi mangio le unghie al pensiero che lei, Joan e chissà chi altra si sono divertite a timbrare senza di me. Uno di questi giorni mi trovate sulla porta, in una cesta, con il biglietto "sono una piccola stamper abbandonata, abbiate cura di me."

Il biberon lo porto io.



Back to the past.

This card is a trip back to my past. I took out one of my beloved Penny Black stamps and my watercolor markers. The only differences from the past are the patterned paper background and the little Levi tab.

I looked in vain for the right embellishment but nothing seemed to work: too large. Too small. Too shiny. Too dark. Too much...!

I decided to leave the card as it is, and let the wonderful design of the stamp speak.

27 aprile 2007

Ortensie rosa / Pink Hydrangeas

Parola d'ordine: scopiazzare. Infatti questo biglietto è scopiazzato spudoratamente. Mi piacerebbe dire che ho solo preso l'ispirazione, ma devo essere sincera.

Mi piaceva molto un biglietto fatto da Jana (vedi questo
post), nel blog Jana's Creative Pursuits in Stamping di cui trovate il link in fondo alla pagina, nella sezione dedicata.
La carta decorata verde che lei ha usato è molto bella, e fa spiccare molto bene il rosa del biglietto e dei fiori. Io non avevo carta di quel colore, e tra l'altro volevo provare a sovrastampare un certo numero di timbri di sfondo. Ho sbagliato la scelta del colore e il risultato è un colore troppo "morbido".

Qui ho usato - sovrapposti - Decorative Dots e By Definition di Stampin Up e Fern and Script di Hero Arts.

Probabilmente a causa delle proporzioni del biglietto e della posizione, colore e spessore del nastro, il suo biglietto è molto più leggero ed etereo del mio. Non tutte le ciambelle escono col buco!

Se qualcuno mi legge, mi piacerebbe sapere se è opportuno che metta mano al biglietto e sostituisca il pannello verde con qualcosa di più vivace. Tanto scollarlo non dovrebbe essere un problema!

The word of the day is "copycat". That's what I am. I'd like to say that I just took inspiration, but I have to be honest.

I liked very much a card made by Jana (see this
post), in her blog Jana's Creative Pursuits in Stamping to which you can always find a link in the "Time Well Spent" section of my blog.

The green patterned paper she used is really well chosen, and matches nicely the pink of the card and flowers. I didn't find matching paper, and I wanted to try an overstamped background, but I chose the wrong inks, and color came out too soft and yellowish.

I used Stampin Up Decorative Dots and By Definition background stamps and Fern and Script by Hero Arts.

It's probably a matter of balance or size of the card, or maybe the thickness, position or color of the ribbon, but her card is a lot more airy than mine, and way more elegant.

If someone reads this post, I'd like a honest opinion: should I replace the green layer with something more bright?

26 aprile 2007

Spring Fling

E' sempre una fatica per me usare timbri piccoli, perché non so mai come comporre il biglietto. Vedo un sacco di bei lavori con finestrelle e tags, ma quando provo a farli non mi viene niente di accettabile.

Questo fiore non fa eccezione: ce l'ho da un bel po', comprato su Ebay usato, ma non l'ho mai adoperato prima (o così mi sembra di ricordare. Però si sa, gli anni passano e le cellule cerebrali cominciano a salutare e andarsene...)

Stasera ho voluto provarlo, e mi sono resa conto che i colori mi piacevano, però le parti chiare tendevano a scomparire e nel complesso - montato sul biglietto - il tutto era un po' scialbo. Ho preso il coraggio a due mani ed ho provato a scarabocchiarlo con i pennarelli Stabilo sottili.

Mmhhh... quasi quasi 'sta cosa dello scarabocchio la riprovo...


Small stamps are always a challenge for me, I never know how to use them in a card. I see a lot of nice works with little windows and tags, but when I try to make the same, they never come out well enough.

With this flower things weren't easier for me: it's ages I bought it on Ebay, but I never used it (if I remember well but, you know, time passes and brain cells begin to wave good-bye and leave) .

Tonight I decided to try it and I liked the colors I used but the lighter parts seemed to disappear on the white background and - all in all - the image was too "flat" for this card. So I grabbed my Stabilo markers I begun doodling on the leaves and petals.

Mmmhhh... I think I'll try again this free-style doodling!

24 aprile 2007

Di nuovo Annalisa / Annalisa again

Ebbene si, altro Annalisa-biglietto. Perché due? Semplice, perché mia madre quando ha bisogno di un biglietto d'auguri lo commissiona a me.

Qualche volta mi chiede di usare determinati colori, di solito per accordare il biglietto alla confezione del regalo, ma questa volta mi ha lasciato mano libera, quindi... viola!

E' uno dei miei colori preferiti, e per la prima volta ho usato il fiore dal set All The Best. Quando ho visto questo set me ne sono innamorata subito, ma poi - quando l'ho ricevuto - non so perché ma l'ho riposto e non l'ho mai più usato. Eppure contiene diversi bei timbri!

Lo sfondo è stampato con uno dei timbri del set Doodle That. La piccola tab verde è ricavata da un pezzo di cartoncino piegato in due e tagliato con la fustella tonda.


Another Annalisa-card. Why I made two cards per a single birthday? Cause every time my mom needs a card, she asks me to make one for her.

Sometimes she tells me which colors she'd like me to use, mainly to match the gift wrapping, but this time she left me the choice so... violet!

It's one of my favorite colors, and for the first time I used the flower from the All The Best set. I immediately fell in love with this set but when I got it - don't know why - I put it away and never used it, tho there are several beautiful stamps in it.

I stamped the background using the stem from the Doodle That set. The little green tab has been made folding a strip of cardstock in half and punching it with a round punch.

23 aprile 2007

Buon compleanno Annalisa / Happy birthday Annalisa

Ecco, questo è uno dei biglietti che non potevo mostrare prima di oggi. Li ho fatti per il compleanno di Annalisa (mia nipote acquisita nonché a breve futura moglie di mio nipote). Adesso che lei lo ha visto posso caricarlo anche qui...

Il timbro è inchiostrato con i soliti pennarelli acquarellabili Impress, leggermente spruzzati d'acqua.

Non è un biglietto molto originale, ma almeno ho avuto l'occasione di provare le fustelle della Cuttlebug con il cartone dei sottobicchieri.

Visto che funzionano bene ho ordinato anche i bookplates ovali, quelli di forme strane, i fiori/asterisco e un set di 'bottoni'.

Ho provato poi ad usare le fustelle originali della Sizzix (con gli spaziatori consigliati) sul feltro pesante, ma anche se l'ha tagliato bene ho sentito un brivido lungo la schiena per i minacciosi scricchiolii che uscivano dalla macchina. Proverò a sostituire una delle piastre sottili con la fun foam o qualcos'altro di meno spesso, per vedere se funziona senza spaccarmi tutto.



This is one of the cards I decided not to upload before. I made it for Annalisa, my 'foster' niece and my nephew's fiancée (they'll marry next month). Now that the birthday party is over I can finally show it.

The stamp has been inked with watercolor markers and lightly spritzed with water.

It's not a very original card, but I had the chance to try the Cuttlebug dies I ordered on cardboard coasters. Now that I know that they work great I ordered also the oval bookplates, the designer bookplates, the asterisks set and a set of buttons.

I then tried the original Sizzix dies (with the suggested spacer trays) on heavy felt, but - tho they cut perfectly - the threatening noises coming from the machine sent a shiver down my spine! I'll try to replace one of the thin spacers with fun foam or something thinner, to see if they work without distroying the machine!

Any hint or suggestion?

22 aprile 2007

Matrimoni / Weddings

Non è ancora ora di mostrare i tre lavori fatti l'altro giorno (tra l'altro uno ho dimenticato di fotografarlo e ormai è andato - potenza dell'Alzheimer!)

Oggi però ho passato una giornata stupenda con mia sorella, e abbiamo approfittato per fare un biglietto per il matrimonio di un'amica di sua figlia.

Ho portato con me, con malcelato orgoglio, la mia nuova Cuttlebug e questi fiori in rilievo ci sembravano adatti all'occasione. Biglietto rosso come la passione, bianco come... va be', diciamo bianco come il vestito della sposa!

Ho mischiato di nuovo i sets: Happy Harmony per la scritta, Doodle That per il cuore. I puntini sul nastro rosso sono fatti con la penna gel bianca, come quelli sulla cornice a festoni. E' un biglietto molto semplice, ma spero che piacerà alla destinataria, o almeno a mia nipote che lo deve regalare!

Not yet time to show the three works I made two days ago (BTW, one has already gone, but I forgot to take a photo before giving it away - could it be Alzheimer?)

Today I had a simply wonderful day with my sister, and we took the chance to make a wedding card for one of my niece's friends.

I took with me - with ill-concealed pride - my new Cuttlebug and we thought that these embossed flowers could do for the occasion. A card red like passion and white like... let's say like the bride's dress! LOL

I mixed again the sets: Happy Harmony for the saying, Doodle That for the heart. The white dots on the scalloped oval and on the ribbon are made with a white gel pen. It's a very simple card but I hope the bride (or at least my niece who will give it) will like it.

20 aprile 2007

Niente di nuovo / Nothing new...

Niente di nuovo sul blog. Eppure oggi ho finito tre lavori nuovi!

Il fatto è che tutti e tre i lavori sono fatti per una persona che potrebbe anche passare di qui, e non voglio che li veda prima...

Quindi ho deciso di ripescare un vecchio lavoro. Queste sono le prime lastrine da microscopio fatte e saldate da me.

Quando le ho fatte mi sembravano carine però non sapevo bene cosa ne avrei fatto. Mi ha tolto dall'impiccio mia nipote Annalisa che quando le ha viste me le ha chieste per... appenderle alle maniglie dei suoi mobili del soggiorno! E devo dire che sul ciliegio dei suoi mobili stanno pure bene! Io non ci avrei mai pensato.

Quella al centro è fatta con i colori ad alcool Adirondack direttamente sul vetro. Il pezzo di cartoncino in mezzo è bianco, stampato con un timbro Hero Arts e i pennarelli acquarellabili. Quella di sinistra è fatta con cartoncino glossy e i Fluid Chalks e quella di destra stampata direttamente sul vetro con inchiostro StazOn, e colorata su vetro con i pennarelli Adirondack.

Ci tenevo a provare diverse opzioni...


Nothing new today, tho I made three different pieces!

The problem is that all those pieces are for a person that could visit this blog, and I don't want her to see them.

So I decided to show something old: these are my first microscope slides. When I made them I thought they were OK, but I didn't know what to do with them. They're usually made to make necklaces, but I never use necklaces...

Then my niece Annalisa came out with an another idea: she took them to hang them on her furnitures handles. And they look great on cherry wood!
The middle one is white cardstock, stamped with a Hero Arts stamp and watercolor markers. The background is actually a foreground, made on the inner part of the glass with Adirondack alcohol inks.

The left one is glossy cardstock and Fluid Chalks and the one on the right has a Fluid Chalks background. The main image is stamped on the inner part of the glass with black StazOn ink and colored with Adirondack markers.

I wanted to try different options!

19 aprile 2007

Biglietto a tre falde / Trifold Card

Ho visto diversi biglietti a tre falde e ho deciso di provare a farne uno.

Dato però che non ho le belle carte da stamping che vedo usare nei siti online, non ho i bei nastri grosgrain o a zig zag colorati, non ho gli embellishments o le forme in cartoncino pretagliate che hanno negli States, mi sono dovuta arrangiare con quello che avevo: timbri e colori.

Tra l'altro ho avuto una brutta sorpresa oggi: ho ordinato alcune dime per la mia Cuttlebug ed ho immediatamente pagato la fattura che mi hanno mandato. Stamattina, senza una parola di spiegazione, il venditore mi ha restituito i soldi.

Mah... torniamo al biglietto. La carta di fondo è stampata con i colori a pigmento Sky Blue, Bisque e Pinecone. I set usati, in tutto il biglietto, sono Happy Harmony, Delight in Life, Paint Prints, Roses in Winter e That's Nice.

Naturalmente la foto è venuta uno schifo, i colori non risaltano (alcuni nemmeno si vedono) e questa era la foto migliore! Che rabbia!


I've seen a lot of Trifold Cards and I decided to try.

I'm always taking the "with limited supplies" Splitcoaststampers challenge! LOL

No wonderful designer papers here in Italy, just a few scrapbooking papers, with large designs and a price that makes me think they're made out of pure gold! No colored grosgrain or ric-rac, no striped or polka dot colored ribbons, no embellishments, no chipboard shapes...

I had a couple of bad surprises lately: I bought two days ago some Cuttlebug dies. This morning my money was sent back, and the seller didn't even explain why! I feel it like an injustice: the auction was regular, the item was marked for shipping worldwide and the payment was immediate! I feel the urge to write to Ebay and file a complaint.

Then, I received a message from Papertrey. I won't be able to buy their Faux Ribbon set because they ship overseas only using the Global Mailer, but Italy is not among the countries in the Global Mailer list: I always have to ask sellers if they can send the stuff by Airmail letter post.

I asked Papertrey if they can make an exception for Italy, but it seems they can't!

Well, back to the card: the background is stamped with pigment inks: Sky Blue, Bisque and Pinecone. The sets used are Happy Harmony, Delight in Life, Paint Prints, Roses in Winter e That's Nice.

Naturally the photo is a crap, the colors are muted and some don't even show. And this was the best one!

16 aprile 2007

Porco latta / Piggy box

Non è la prima volta che faccio queste scatolette ricoperte. In origine sono scatole del burro Soresina ma - dopo un certo numero di uova al tegamino e ravioli burro e salvia - con un po' di carta intorno sono pronte per una nuova vita.

Ne ho fatta una tempo fa, che ho dato a mia sorella con dentro ritagli di carte, embellishments e parti di biglietto pronte. Mi capita di stampare qualcosa che mi viene magari anche benino, ma poi al momento di comporre il biglietto il colore è sbagliato, o le dimensioni inadatte...

In quell'occasione mia nipote (la figlia) l'ha vista, e me ne ha commissionata una ''con più verde'', da usare per metterci le monetine che le restano in tasca.

E' nata quindi la Piggy Box, in omaggio al porcellino di cara memoria, quello che alla fine si doveva per forza rompere per recuperare i risparmi... a questa basta sfilare il tappo!

Ho fatto un taglio sul coperchio per poterci infilare le monete, come sul dorso dei maialini salvadanaio. Manca ancora qualcosa al tutto, ma non so che cosa: in genere preferisco le cose semplici e non vorrei appesantire troppo il tutto...


This is not the first time I make these covered tins. They're butter tins, but after a number of eggs or ravioli with sage and butter they're ready for a new life.

I made one, time ago, and I gave it to my sister, with some scraps of patterned papers and ready card parts in it. Sometimes I stamp something that comes out nicely, but when I have to put together the card the stamped image has the wrong color, or the size is not perfect...

When I handed it to my sister, my niece saw it and asked me to make one more ''with more green'' for her to use to hold the excess coins she has sometimes in her pockets.

The Piggy Box was born: I used the piggy stamp in honor of the old piggy bank that was to be broken to take out the money. With this one she'll just have to lift the lid!

I made a slot on the lid, to put the coins in, just like the one that was on the back of the old pigs. The box still lacks something, but I can't decide what. I usually prefer to keep things very simple, and I don't want to make it too 'heavy'.

15 aprile 2007

Bimba / Baby girl

E' nata una bambina! Che avete capito, non a me...!

La vicina di casa di mia madre ci ha detto oggi che è nata la sua nipotina, con un mese di anticipo sulla data prevista, e che per fortuna madre e figlia stanno benissimo.

E' naturalmente scattata la richiesta di biglietto di congratulazioni ma devo ammettere che i biglietti per i bambini sono sempre un problema per me.

Intanto perché a me piace usare tutti i colori, ma in questi casi mi tocca rimanere sui tradizionali azzurro/rosa pastello, perché non si sa mai cosa ne penserebbero i destinatari di un biglietto giallo carico o violetto!

Per di più i biglietti rosa sono complicati perché ci sono così tante tonalità di rosa che non vanno d'accordo tra di loro... Se trovo la carta, non ho gli inchiostri, o i pennarelli, o i nastri, o gli embellishments adatti!

Me la sono cavata sacrificando uno dei miei cartoncini Bazzill per lo sfondo, una striscia di carta stampata e un cartoncino bianco decorato con uno dei perforatori da bordo della Fiskars. Il cerchio bianco è stato ritagliato con il mio Coluzzle template e la cornice è il solito Giga Scalloped Circle. Il timbro fa parte del set Something to Celebrate di Stampin Up, colorato con gli acquerelli.

E la mia ispirazione è sempre in ferie.


A girl is born! No, she's not mine... LOL

My mother's neighbor told us today that her granddaughter is born, one month before her time, and that mom and baby are fortunately both well. So my mom had the great idea to ask me to make a card for the baby.

I confess I simply hate to make baby cards: I'd like to use different colors, but when it comes to baby cards I have to stick to the same old blue/pink pastel colors, because you never know what the parents would think of a bright yellow or purple card...

In my opinion pink is a particularly difficult color to use, because there are so many hues of pink that don't go together well: when I have the paper, I don't have the right inks or markers, or ribbons, or embellishments...

I had to use (sigh) one of my Bazzill cards (it seems strange, but it's almost impossible to find pastel colored cards here). Then a strip of patterned paper and another one of white cardstock decorated with a Fiskars border punch. The white circle has been cut with my Coluzzle template and the border with a Giga Scalloped Circle punch. The stamps is from Stampin Up Something to Celebrate Set.

And my inspiration is still on holidays!

13 aprile 2007

Rose blu / Blue roses

Ebbene si, sono un paio di giorni che tento di fare qualcosa di carino, ma chissà perché, ci sono dei periodi che non mi viene niente di bello: l'ispirazione se ne va in vacanza e mi molla qui da sola. Speriamo che torni presto perché mi manca tanto... ;-D

Ho fatto il pannello di sfondo in un attimo, e non mi dispiaceva l'insieme di colori, ma poi quando è stato il momento di mettere insieme il biglietto qualcosa non funzionava...

Pazienza, magari tornerà il periodo dei lavori soddisfacenti! I timbri usati qui sono Roses in Winter e That's Nice di Stampin Up. I colori usati sono tamponi Impress Indigo Blue, Lavender e Wisteria per le rose e la scritta, Chartreuse, Lemon Yellow e Orange per gli altri particolari. Lavender è stato anche spugnato in maniera casuale sullo sfondo per fondere i colori delle rose.


It's a couple of days that I try to make something nice but sometimes my inspiration goes on holidays and leaves me here alone! I hope it will come back home soon, cause I really miss her!

I've made the background layer in a breeze, and I wasn't too disappointed, I liked the color combo but when I had to put together the card something simply didn't work.

Anyway, the stamps used are Stampin Up Roses in Winter e That's Nice. The inks are Tsukineko Impress (dye ink) pads Indigo Blue, Lavender and Wisteria for the roses and the writing, Chartreuse, Lemon Yellow and Orange for the contrasting accents. I also sponged some Lavender ink to fill the white spaces between the roses and blend a bit the background.

11 aprile 2007

Love daisy

Oggi Hero Arts... non sempre i biglietti vengono bene come si vorrebbe... questo è carino, anche se non è certo quello venuto meglio!

Ho voluto provare una finta cucitura mista, che ho visto in un tutorial di faux stitching su Splitcoaststampers. E' la parte del biglietto che mi piace di più! Grazie a Sharon Harnist!



Today Hero Arts stamps... not all the cards come out as you thought: this one is cute, but it's not the best I've done! ;-D

I chose to try a mixed faux stitching, that I saw in a Splitcoaststamper
tutorial. Thank you Sharon Harnist!

10 aprile 2007

Non si vede ma... / You can't see it but...

Oggi mi sono arrivate le penne Sakura Gelly Roll Glaze e Stardust trasparenti che avevo ordinato, e che ormai avevo dato per disperse.

Le ho provate e devo dire che sono veramente una meraviglia. Peccato non possiate vederlo, ma su ogni petalo dei fiori e sulle foglie c'è un tocco di Gelly Roll.

L'effetto è veramente bello, perché dà una finitura lucida e leggermente in rilievo, esattamente dove la vuoi, lasciando il colore sottostante inalterato e senza usare polveri da embossing e soffiatore, che tendono a incurvare la carta.

Ah, ho fatto il mio primo watermark, lo vedete, lì in fondo alla foto, sulla destra?

Da perfezionare, ma meglio che niente...!


Today I received the Sakura Gelly Roll Glaze and Stardust clear pens I ordered. I was sure they were lost somewhere in the Great Pond...
I tried them, and I can say they're wonderful. It's a pity you can't see it in the scan, but on each and every petal and leaf I put a touch of Gelly Roll Clear Glaze pen.

It makes a nice effect, because it gives a glossy and slightly raised finish without altering the colors and without using embossing powders and heat guns, that sometimes make the cardstock buckle.

Oh... I managed to make my first watermark brush. Can you see it? In the lower right corner of the photo... Still have to experiment a lot but I'm not too old a dog to learn new tricks! ;-D

Nuovo banner / New banner

Avevo voglia di cambiare l'intestazione, dopo aver visto un sacco di belle cose in altri blog. Così ho provato a fare qualche piccola modifica, in attesa di imparare a fare brushes e watermarks... però sono sempre io: Daniela, alias StampingDani!

I've seen a lot of nice headers in other blogs I visit, so I decided to try some small home-made changes, while I try to learn how to make brushes and watermarks for my photos... but it's always me: Daniela, aka StampingDani!

09 aprile 2007

Colpa degli UFO / Blame it on the UFO

Colpa degli UFO. Dev'essere per forza colpa degli UFO.

Non so spiegarmi perché, ma qualche volta, senza preavviso, la mia macchina fotografica digitale decide di fare foto con colori alterati e poca definizione. Poi, improvvisamente, tutto torna a posto. Sono sicuramente gli UFO.

Oppure sono l'orgogliosa proprietaria della prima macchina fotografica digitale con intelligenza artificiale e senso artistico, che quando decide di farlo, esprime tutta la sua creatività e fantasia con effetti imprevedibili.

O magari dovrei imparare a fare le foto... ;-D

Altri avanzi. In fondo siamo a Pasqua e di avanzi in casa ce ne sono sempre!

Biglietto semplice semplice, finte cuciture fatte con la penna gel Uniball Signo bianca e un punteruolo, avanzino di fiore dal set Delight in Life e rimasuglio di testo da Happy Harmony. Cartoncino Bazzill nelle gradazioni del blu (molto più belle in originale, la foto è un chiaro esempio dell'animo creativo della mia macchina fotografica).

Ho "sgranellato" (scusate il neologismo, non saprei che verbo usare in questo caso, dato che è un bel po' di più che "stressato") i bordi del pannellino bianco facendolo passare tra le lame semichiuse di una forbice.



UFO. Yes, blame it on the UFO.

I don't know why, but sometimes, randomly, my digital camera starts to make blurred photos, with strangely altered colors. Then, suddenly, it's OK again. Must be the UFO influence.

Or I am the proud owner of the first digital camera with artificial intelligence AND artistic temperament, that sometimes decide to show its creativity and fantasy applying unpredictable effects to my shots.

Most probably I should learn to take photos...

More leftovers. After all it's Easter, and there are always remnants so I'm not completely off-topic.

Very simple card, faux stitching made with a piercer and my Uniball Signo white gel pen, leftover flower from the Delight In Life set and scrap of writing from the Happy Harmony set. Three shades of blue Bazzill cardstock (the colors are better IRL, clear sign of my camera's artistic soul).

The edge of the white panel has been heavily distressed running it thru the blades of half closed scissors.

Does anybody know where I could buy an edge distresser?
;-D

08 aprile 2007

Grazie / Thank you

Innanzi tutto grazie per i commenti gentili lasciati sul mio blog o spediti via mail per consolarmi della perdita della mia micia o per dimostrare apprezzamento per i miei lavoretti. Non avete idea di quanto li apprezzi.

Ora passiamo ad altro... le poche amiche stampers italiane che frequento mi prendono spesso in giro per quelle che chiamano le mie "pattumierine".

Ho una scatola di quelle di plastica trasparente piena di ritagli, avanzi e frattaglie di biglietti. Più, naturalmente, i ricordi di vecchi esperimenti miseramente falliti.
Ogni tanto apro la scatola e rovescio tutto sulla scrivania. Piglio uno scarto a caso e cerco di metterlo a frutto. Così è nato questo biglietto: il pezzo di carta bianco era stato timbrato per farne un biglietto, ma il colore che avevo scelto era troppo smorto per farci qualcosa. Destinazione: pattumierina.

Era smorto anche oggi. Beh, non è che la pattumierina sia il posto ideale per far prendere la tintarella alle carte, incastrata com'è in una Billy dell'IKEA. Però... perché non provare a buttarci sopra del nero? Si, perché ho notato che alcuni particolari neri ravvivano molto pezzi privi di "profondità".

Visto che il colore dei fiori era un po' violaceo ho aperto il mio prezioso pacchettino di Bazzill (otto biglietti in tutto, in quattro sfumature e dei ritagli degli stessi colori - vi pare che possa sprecarli?). I pannelli colorati sono andati a posto da soli però... non ho saputo resistere alla tentazione. Ho usato un folder della Cuttlebug per fare l'embossing. Senza la Cuttlebug, che non è ancora arrivata, mannaggia! Ho dovuto arrangiarmi con il matterello! Una spugnatina di inchiostro ad acqua Mulberry e... mancava ancora qualcosa!

Ecco, mancava luce. Quindi ci ho incollato la pietrina ametista. Più di questo non potevo fare per lui... ;-D

First of all thank you for the kind comments left here or sent me by e-mail to give me comfort after the loss of my kitty or to express appreciation for my little works.

Now... my few Italian fellow stampers tease me for what they call "my little waste basket".
I have a clear plastic case full of scraps and card shreds. And, naturally, the remains of my miserably failed experiments.

Once in a while I open the box and scatter all its content on my desk. I randomly pick a scrap and I try to use it. This is how this card has started: the white cardstock had been stamped to make a card, but the ink color was too light so... off to the waste basket!

It was still faded. Well, the waste basket isn't the best place to tan my papers, since I keep it in an IKEA bookcase. But... why not trying using some black? I noticed sometimes a black overstamping perks up pieces that seem too "shallow".

Since the flowers were purplish, I opened my precious purple Bazzill pack (eight cards in four shades: how could I waste them? LOL). The colored layers went in place immediately, but... I didn't resist the temptation: I used one of my Cuttlebug embossing folders. Without the Cuttlebug machine, that hasn't yet arrived [snort]! I had to use a rolling pin and ALL my weight! Some sponging with Mulberry dye ink and... and it was still lacking something!

Light! It lacked light!

So I glued the amethyst gemstone. I couldn't make more for it! LOL

Quadernetto / Notebook

Ho finito questa sera di preparare il secondo batch di segnalibri, che spedirò martedi, visto che domani e lunedi le poste non fanno ritiri.

Mentre mettevo via timbri e colori mi è capitato in mano un vecchio blocchetto da appunti e visto che avevo dei ritagli di carta sottomano ho pensato di utilizzarli. Non è niente di eccezionale, ma nel complesso per essere una cosa messa insieme in un minuto non mi dispiace.

Oltretutto non sono tanto in vena di fare biglietti, sono ancora un po' giù di morale per la perdita della mia piccola Juchi...


This evening I've finished the second batch of paperclip bookmarks. I'll send them on Tuesday, because tomorrow and on Monday our PO are closed.

While I was trying to make a bit of order in my stamps and inks, I've found a little old notebook, and since I still had some scraps of paper on my desk I decided to use them. It's very simple, and it's not the best work I've done, but all in all, being a thing made in one minute, I think I can be satisfied of the result.

I'm not in the mood to stamp cheery cards, I'm still sad for the death of my little Juchi...

04 aprile 2007

Sono così triste / So sad...

Questa è Juchi Anaïs. Probabilmente dovrei dire "era", perché ci ha lasciato oggi, dopo sedici anni di affetto incondizionato ed una - per fortuna - breve malattia. Però non me la sento di lasciarla andare. Non ancora. E' una gatta stupenda, forte come un toro e dolce come... come solo una gattina può essere. Ci ha amato, ha riempito di buchi le nostre lenzuola, di peli i nostri vestiti e di gioia i nostri cuori. Questo pomeriggio ha dato segni di sofferenza, e noi non ce la siamo sentita di costringerla a portare avanti una simile tortura solo per averla accanto qualche giorno di più. Se ne è andata con grazia, con una guancia appoggiata alle nostre mani, come tante volte le è capitato di addormentarsi. E io così la ricordo, acciambellata accanto a noi, addormentata.
Buona notte Juchi.
E arrivederci.



This is Juchi Anaïs. I should probably say "was", because she has gone today, after sixteen years of unconditioned love and a - fortunately - short illness. But I'm not ready to let her go.
Not yet.
She is a wonderful kitty, strong as a bull and sweet like... like only a sweet kitty can be. She has loved us, shredded our bed sheets, covered our clothes with her hair and filled our heart with joy.

This afternoon she has begun to suffer, and we haven't had the heart to torture her just to have her for a few days more.
She has gone graciously, with her cheek resting on our hands, like so many times she has done, falling asleep. And so I remember her, all rolled up on our side, sleeping.

Good night Juchi.

See you.

03 aprile 2007

Le piccole cose / Little things

Ieri ho preparato i bigliettini che accompagneranno i fermagli segnalibro. Li ho fatti tutti simili per impostazione, ma diversi per colori e rifiniture.

Quello che i biglietti hanno in comune è che ho usato, come sfondo, un timbro della Hero Arts. L'ho usato da solo, con i Perfect Plaid di Stampin Up, in diversi colori e sovrapposto a formare un plaid.

Uno degli esperimenti che ho fatto è stampare con un colore e poi disegnare a mano delle striscie in un colore contrastante. Mi è talmente piaciuto che ho voluto provare a usare il sistema su un biglietto di dimensioni standard.

La scritta, i fiori e lo sfondo a pois sono di Stampin UP, dal set Happy Harmony. Il finto nastro stampato fa parte di un set di timbri acrilici di Stampendous, lo sfondo a righe, come dicevo, della Hero Arts.

Ho usato l'inchiostro Versafine nero per la scritta, e colorato i fiori con i pennarelli. Il rosa dello sfondo è Fluid Chalks Pink Pastel, il nastro sempre Chalks, Warm Red.

Mi piace la combinazione rosa e verde, credo che la userò ancora!


Yesterday I've made the little notecards that will go with the bookmarks, always using the same stamps, but keeping each one slightly different from the others in colors.

What they have in common is the background stamped with a Hero Arts plaid stamp. I used it alone, with Stampin Up Perfect Plaid stamps, in different colors overlapped and overstamped to form a plaid.

One of my experiments have been to stamp it in one color and then draw thin contrasting lines between the stripes. I liked it so much that I've decided to try it on a normal sized card.

The writing, the flowers and the dot background are from a Stampin Up set, Happy Harmony. The stamped ribbon is an acrylic stamp from Stampendous and the striped background, as I said, is from Hero Arts.

I used black Versafine ink for the writing, markers for the flowers, Fluid Chalks Pink Pastel ink for the backgrounds and the Fluid Chalks Warm Red for the ribbon.

I like this pink and green combo, I think I'll use it again in the future!

01 aprile 2007

Pronti, partenza, via! / Ready, get set, go!

La prima tranche di segnalibri è pronta! Ci ho messo un po', però sono abbastanza contenta di come è venuto l'insieme.

Ho aggiunto un involucro di acetato bombato, ed ogni segnalibro viaggerà con un minibiglietto di accompagnamento.

E' praticamente tutto pronto, mi manca solo di attaccare gli indirizzi sulle buste e poi possono partire, quindi entro lunedi questa parte se ne andrà di casa. Mi resta da fare un'altra parte, altrettanto nutrita!

Intanto avviserò via mail le prime destinatarie dell'avvenuta spedizione.


The first batch of paperclips is ready! It took a whole week to make them, but I'm quite satisfied of the packaging.

I added the dome-shaped acetate wrap, and each paperclip will be shipped together with its small notecard.

They're all ready to go, I just have to glue the addresses on the envelopes and they will probably go in the mail on Monday.

I still have another batch to do after this...