16 giugno 2014

Emilia, che ha una Silhouette...

Ciao Emilia, mi hai mandato un messaggio chiedendo informazioni sulle impostazioni di taglio della Silhouette Cameo, ma l'indirizzo di mail che mi hai lasciato mi dà errore, e la mia risposta non parte...

Puoi per favore rimandarmi il modulo di contatto con l'indirizzo giusto?

Grazie...

Dani

07 marzo 2014

L'otto marzo e l'Amicizia

"Le donne sono le prime nemiche delle donne."

"Le donne sono invidiose e pettegole."

"Le donne non sanno cos'è l'amicizia, sono sempre  in competizione tra loro."

Quante volte l'abbiamo sentito dire e magari ci abbiamo pure un po' creduto? Qualcuno ha detto che se racconti una balla abbastanza volte, e con abbastanza convinzione, prima o poi la gente inizia a crederci.

Ed in omaggio ad un luogo comune che ci dipinge come moralmente ed eticamente inferiori, qualche volta abbiamo quasi la tentazione di crederci pure noi. "Se lo dicono tutti, un fondamento ci sarà, no?"

Domani è l'otto marzo, e voglio raccontarvi una breve, piccola storia, di quelle con la "s" minuscola.

Non è una grande Storia, di quelle che cambiano il mondo; nessuno la scriverà mai in un libro e i ragazzi non la studieranno mai a scuola. Non interesserà nemmeno a voi, anche se è importantissima per me.


Anni fa ho conosciuto altre due donne. Ci siamo incontrate quasi per caso ma un'istintivo riconoscimento, il profumo sottile di un'affinità ha fatto in modo che decidessimo di vederci di nuovo, con la scusa di un hobby in comune.

Dal primo incontro sono passati mesi che - come i mesi usano fare - hanno costruito anni. E anche gli anni hanno iniziato a scivolare via, con serena tranquillità, senza mai scalfire o raffreddare questo legame. Famiglia, lavoro e lontananza non ci permettono di vederci tanto spesso quanto vorremmo, ma se sento la parola "amicizia", io penso a loro.

L'amore può essere fuoco, ma l'amicizia è brace. Non sempre la vedi, nascosta com'è sotto la coperta protettiva della cenere, ma resta lì e continua a scaldare, ostinata e vitale. 

Laura e Monica (uso l'ordine alfabetico) sono le mie Amiche, e questa volta sì, uso la maiuscola.

Perché non è vero che ogni donna è un'avversaria da temere ed osteggiare, da invidiare e censurare. Perché non è vero che le donne non sanno cosa sia l'amicizia.

Le mie Amiche lo sanno e lo so anch'io. E scommetto che lo sapete anche voi.

Buon Otto Marzo. Almeno un giorno prendiamocelo senza sensi di colpa: ce lo meritiamo!



Cioccolato per le Amiche:
  • Farfalla Penny Black "2943H - Brush Butterfly" 
  • Sfondo Waltzingmouse Stamps "Zig Zag Backgrounder"
  • Distress Inkpad "Seedless Preserves"; Distress Marker "Spiced Marmalade"
  • Hero Arts Inkpad "Soft Granite"
  • Template per matchbox
  • Stampin Up "Blossom" Punch

27 febbraio 2014

Liebster Blog Award e links per gli affamati di stamping

Con piacere ho ricevuto da Jan, di Et Al... Manu et Mente, il Liebster Blog Award. Mi ha fatto molto piacere, e la ringrazio tanto per la sua considerazione!

Le regole del premio (perché i premi hanno sempre regole...) sono: 

  1. Assicurarsi di ringraziare il blog che nomina, e di aggiungere il link a quel blog
  2. Rispondere alle 11 domande che accompagnano la nomina
  3. Nominare 11 blog tra i favoriti, che abbiano meno di 500 followers e chiedere di rispondere a 11 domande
  4. Assicurarsi di far sapere ad ogni blogger nominato dell'avvenuta nomina sul suo blog, lasciando un  commento ed un link al post originale della nomina.
Le domande che mi sono state fatte da Jan sono le seguenti:

  • Qual'è il tuo craft tool preferito?
A parte i timbri? ;-)   
Domanda difficile, allargando molto il campo sarei portata a dire che mi affascinano sempre le proprietà particolari dei diversi tamponi inchiostrati, le tecniche che si possono attuare utilizzandoli con fantasia, senza limitarli alla loro funzione di inchiostrare i timbri. Da tempo ho lasciato un po' indietro gli inchiostri a pigmento, che hanno un'ottima copertura e possono fungere da base per le polveri da embossing, ma sono un po' limitati nelle tecniche, al massimo ci puoi fare qualche spugnatura o direct to paper. I Distress e gli altri dye inks, a rapida asciugatura hanno più tipi di utilizzi.
  • Sei mai stata in un craft store all'estero?
Si, molti anni fa, ma è stata un'esperienza deludente: pochissimi timbri, quasi niente inchiostri, pochissime carte. Nel frattempo le cose saranno anche cambiate, ma non ho più avuto l'occasione di verificare.
  • Dove?
Lugano, Svizzera.
  • Chi è il tuo autore preferito?
Per le card probabilmente Kristina Werner, mi piace il suo stile pulito. Sa usare anche tante carte diverse su una sola card senza renderla pesante o ridondante. La classe non è acqua... 
  • Come inizi a creare una card?
Con la novità. Chiarisco...
Ho timbri nuovi? Se li ho, vuol dire che quando li ho visti ho subito pensato a qualcosa che ci potrei fare, non compro nulla che non mi faccia immediatamente scattare la scintilla. Purtroppo di scintille ne vedo tante, che sia un problema di vista?
Ho comprato un inchiostro nuovo, che mi consenta di provare nuove combinazioni di colore? Una card è d'obbligo. 
Quando non ho niente di nuovo riprendo in mano i miei timbri e vedo cosa riesco a combinare selezionandone uno di sfondo e uno di primo piano (uso pochissime carte per il fondo, quando posso mi piace fare tutto da me) 
  • Quando ti dedichi al crafting?
Come tutti quando posso, indipendentemente da giorno, ora o condizione atmosferica, anche se il sole mi ispira di più. Mi capita spessissimo di "lavorare" la sera tardi.
  • Hai una macchina da taglio, come una Cricut o una Cameo?
Ho avuto una Cricut, ora ho una Black Cat Cougar, che amo follemente, senza ritegno e senza vergogna.
  • Qual'è il tuo colore preferito?
Dire l'azzurro come colore dominante, ma non in versione monocromatica. Mi piace l'interazione dell'azzurro con gli altri colori (marrone, grigio, rosso cupo, arancio, violetto...)
  • Quanti blog hai?
Due: questo e quello su cui raggruppo solo i templates ed in generale i files di taglio che condivido gratuitamente con la comunità dei felici proprietari di macchine elettroniche da taglio.
  • Sai cucire?
Ni. So fare piccole cose, vestitini per bambini e semplici lavori di ricopertura di poltrone e divani, niente di eccezionale. Non sono una sarta...
  • Cosa pensa la tua famiglia delle tue attività di crafting e di blogging?
A parte mia sorella, che condivide alcuni dei miei interessi, sospetto che la mia famiglia sia semplicemente indifferente alle mie attività extracurricolari.
  • Elenca tre aggettivi che ti descrivono
Cocciuta, cocciuta, cocciuta. Vale? 
Se no cocciuta, estroversa ma anche pignola. 
In sintesi: pessimo carattere.


I BLOG NOMINATI

La regola richiede che si nominino blogs che hanno meno di 500 followers, probabilmente con l'intento di farli conoscere di più, ma io vorrei stravolgerla un po', linkando anche risorse che ritengo potenzialmente utili a chi condivide con me gli hobby di stamping e di crafting in genere. 

  • MyBonnett Bee, la bravissima Monica, con i suoi molteplici interessi e i suoi reportage fotografici dalle fiere di hobbistica, è un passaggio obbligato, anche per la sua innata capacità di trasformare un disegno semplice in un biglietto di effetto.
  • Ste Creazioni: beh, lei ha da tempo superato i 500 followers, ma amo moltissimo il suo gusto raffinato nell'accostare i colori e le forme. Vale sicuramente la pena di passare qualche ora sul suo blog.
  • The Free SVG Blog: chi ha una macchina da taglio elettronica passi di qui: quasi ogni giorno si possono scaricare forme già pronte da utilizzare, alcune semplici, altre di un certo impatto, che già da sole potrebbero "far biglietto".
  • Doublestick Heaven: un blog, tanti stili diversi, c'è qualcosa di buono per chiunque passi di lì... fa parte di diversi design teams, quindi anche i timbri e le fustelle che usa sono di diversi produttori. Un'ottima vetrina sulle novità.
  • DesignByMegan: da qui potete scaricare gratuitamente carte da scrap (ne ha di bellissime) da stamparvi nell'intimità di casa vostra, ogni volta che volete.
  • Pauline è una ragazza tedesca che interpreta con gusto europeo lo stile di Stampin Up, di cui è una dimostratrice. Le sue creazioni sono sempre ariose ed eleganti.
  • Kristina Werner, con i suoi biglietti puliti, leggeri e semplici. Ha il suo bel canale YouTube dove posta con regolarità filmati in cui produce cards con timbri e colori di diversi produttori, utilizzando diverse tecniche. Molti tra i miei timbri preferiti li ho scoperti nei suoi video.
  • Dawn Griffith, che posta settimanalmente video di card e progetti 3D. Lei usa rigorosamente prodotti Stampin Up, ma le tecniche e le idee sono chiaramente utilizzabili a prescindere dalle marche.
  • Patty Bennett, anche lei legata a Stampin Up, ha un'estensiva galleria di utili video tutorial su cards, oggetti e tecniche.
  • Simplicity, di Susan Rayhala, come dice il nome, il suo stile di stamping è improntato alla semplicità e alla linearità, senza però perdere - a mio avviso - di interesse.
  • Clean&Simple, anche qui, il nome dice tutto, vi invito a dargli un'occhiata...

Spero che le mie segnalazioni vi siano state utili, e grazie ancora a Jan, per il suo graditissimo premio!

23 febbraio 2014

Sketched Shapes

Mi è arrivato un set di timbri che ho ordinato da Papertrey, si chiama Sketched Shapes, e contiene diverse forme geometriche, tre banners e un paio di cerchi di misure diverse, tutti disegnati con tratti di "penna".

E' parecchio che faccio poco con i timbri, ma questo set mi ha fatto tornare la voglia: ultimamente sono più orientata verso uno stamping di stile semplice e "grafico" e queste immagini sono perfette per creare sfondi o semplicemente aggiungere colori ad un semplice testo.

Per provarli ho iniziato con delle ATC, che sono in un formato simile a quello dei biglietti da visita. Da un po' di tempo quando incontro le mie due più care amiche, con le quali condivido quest'hobby, ce le scambiamo per celebrare la felice occasione...

Laura, Monica, la prossima volta che ci vediamo, indovinate cose vi beccate?   ;-D

Sulla prima, che come timbro principale ha la scritta Beautiful di Verve Stamps, ho usato il triangolo piccolo, ripetuto nei colori Fine Linen e Spring Rain di Papertrey. Scritta in Versafine Onyx Black.

Nella seconda, fatta tutta con i timbri del set, è stampata con inchiostri Hero Arts: GrapeJuice (prima e seconda generazione ovvero stampato e poi ristampato senza reinchiostrare, per ottenere la sfumatura più chiara) Orange Soda e Butter Bar. Scritta sempre in Versafine.

Ho aggiunto dei brillantini che (anche se nella foto non si vede) hanno un colore simile a quello delle strisce che li sovrastano.



Segue la terza, colorata e piena... fatta con il banner medio e i cerchi piccoli. I colori sono Hero Arts Orange Soda, Cornflower e Navy. La scritta, in Versafine, fa parte del set Sweet Peas di Papertrey.


Alla prossima!

12 febbraio 2014

Farfalle di San Valentino

Il lavoretto veloce per questo San Valentino è fatto con i cioccolatini Mon Cheri: sono rosa, hanno il liquore e soprattutto il cioccolato fondente!

Si tratta di un template molto semplice, una striscia di carta che alle due estremità ha mezza farfalla, con tagli per incastrare un'ala nell'altra. 

Per vivacizzare un po' ho aggiunto un cuore fuchsia incollato ed una striscetta di carta stampata a righe fuchsia e bianche. Il tutto incollato su un cartoncino embossato, ma il cartoncino è assolutamente opzionale, stanno benissimo anche senza, o con una piccola tag attaccata sotto la farfalla.

Per chi ha un punch a forma di farfalla abbastanza grande, segnalo questo belllissimo tutorial per fare la stessa cosa senza bisogno di una macchina da taglio, è da lì che ho rubato l'idea!

Si può fare anche con i punches a cuore oppure a forma di fiore, basta che la striscia di carta prima dell'incisione sia lunga 8 cm (per i Mon Cheri).

Spero vi piaccia!

Dani


24 ottobre 2013

Topper con pipistrelli

Probabilmente l'ultimo lavoretto di Halloween per quest'anno.

Sono come al solito a disposizione i files di taglio, per le fortunate che hanno una bella macchina da taglio elettronica.

Cominciano ad essere un bel po', ora che sul mercato c'è la Silhouette Cameo che costa sui 300 euro e taglia 12"...

Il topper è tagliato con la Cougar mentre i pipistrelli più grandi sono una fustella Cuttlebug, una delle prime che ho comprato.

Sono disponibili i formati MTC, SCAL, SVG, Silhouette Studio e PDF, da ritagliare a mano. Si tratta di una versione semplificata di cui vi metto qui un'anteprima, ma andate a scaricarla sul sito...

Ho usato anche:
Sfondo: Hero Arts S5654  "Tweed Pattern"
Scritta: Waltzingmouse Stamps "Wanda's Pantry"
Inchiostri: Hero Arts Midtone "Butter Bar"- Versafine "Onyx Black"

Slit Closure Box colorata

Ho pensato potesse farvi comodo avere le scatoline da ritagliare già con lo sfondo colorato, che poi potrete decorare come preferite, quindi se vi va potete scaricare questa versione, con lo stesso disegno che ho usato sulle mie, da stampare e ritagliare, per fare più in fretta.

Cliccate sulla foto e vi porterà dove potrete scaricare il file PDF "SlitClosureBoxColorata".

Alla prossima!

23 ottobre 2013

Slit Closure Box



Scatolina su misura per i soliti mini KitKat, che mi sembrano proprio della misura adatta per una cosina di Halloween.


Sono piccoli, dolci, cioccolatosi e soprattutto confezionati: in questo modo almeno i genitori dei destinatari dei pacchettini sanno cosa stanno ingurgitando i loro figli...

Questa scatolina, velocissima e semplicissima da ritagliare anche a mano, non ha bisogno di alcun tipo di adesivo, infatti sta chiusa utilizzando un paio di taglietti sul retro.

Per la ritardatarie di Halloween e per chi pensa di incartare qualcosa di dolce per Natale, o per la Befana, o San Valentino, oppure...

Ecco come si assembla:


22 ottobre 2013

Perché amo Halloween...


  • perché è l'unica occasione dell'anno in cui cose schifose ed orripilanti possono diventare "carine" o "divertenti".
  • perché mi piacerebbe tanto che dei graziosi bimbetti (leggi piccoli vandali) si presentassero sfrontatamente alla mia porta reclamando caramelle e dolcetti, vestiti da vampiri oppure da principesse, come pare a loro, unisex. La mia casa sarebbe sicuramente più vivace, almeno un giorno all'anno.
  • perché nei panni della strega mi trovo bene, ho il physique du rôle e non devo neanche truccarmi. Mi basta ricordarmi di fare il tagliando alla scopa, per evitare atterraggi di fortuna su tetti clamorosamente fuori rotta. Già capitato, non è carino.
  • perché provo uno smodato entusiasmo nell'addentare ossi di troll fatti con l'impasto della pizza e wurstel con ketchup che sembrano dita mozzate. Che volete farci, sono sempre stata una donna romantica.
  • perché, alla faccia delle convinzioni italiane, Halloween NON E' LA FESTA DEI DEFUNTI, ma dei vivi. Infatti si tiene il 31 ottobre e non il 2 novembre. Può sembrare robetta da poco ma sono ben due giorni, pari a 48 ricchissime ore. 
  • perché, sempre in barba a bigotti e perbenisti, non celebra le forze del male, ma è nata come rito festoso proprio per scacciare gli spiriti maligni.
  • perché le zucche con minacciose facce intagliate sono spaventose quanto può esserlo un coniglietto con il collare a spuntoni da rottweiler. Io le trovo veramente carine ed allegre. Specie con la candela all'interno.... BOOOOO
  • perché mi piace fare scatoline (s'era capito?)
  • perché il nostro carnevale non sa più di niente, e almeno Halloween è liberatorio e dissacrante com'era prima il carnevale (o i saturnalia degli antichi romani).
  • perché quando arriva Halloween, poi in un attimo arriva anche Natale.
E Natale quando arriva, arriva!

Halloween da appendere - Halloween Blister Packaging

Anche questo modello di confezione per Halloween (o per qualsiasi altra occasione vi sembri adatta...) può essere ritagliato a mano senza particolari problemi.

Per questo insieme ai soliti template per macchine da taglio metterò anche la versione PDF per chi voglia tentare con forbici e taglierini.

Cercherò di postare il template in giornata sull'altro mio blog, quello dei templates (link in alto, sotto il titolo del blog...), e quando l'avrò fatto metterò un link automatico anche su queste foto nel post.

Io ci ho infilato con successo caramelle e rotelle di liquirizia, anche se in questo caso ho usato i cremini (che tutti i bambini - e non solo loro - amano) e visto che senza la loro etichetta originale sembravano dadi da brodo... sono diventati "brodo di vedova nera".

Con amore, dalla ricetta tramandata di nonna in nonna, la più tradizionale zuppa di aracnide ed alghe che possiate desiderare!

Per chi fosse curioso, ecco cos'ho usato...

Timbri:
Hero Arts S5654 "Tweed Pattern"
Cornish Heritage Farm SB114-XUM Waltzingmouse Stamps "Faux Fun"

Inchiostri:
Hero Arts "Butter Bar" Midtone
Stampin Up "Certainly Celery Classic"
Stampin Up "Almost Amethyst Classic"

Per ogni ragno:
  • 4 pezzi da 5 cm di cotone cerato scuro bagnati in acqua e colla vinilica, cosparsi di glitter nero e lasciati asciugare stesi su un foglio di plastica.
  • colla a caldo
  • glitter nero per il corpo
Ho incrociato 4 pezzi di cotone ormai asciutti e li ho fissati al cartoncino con una "pallina" di colla a caldo, sulla quale ho buttato subito del glitter nero. Ho messo un'altra pallina di colla più piccola proprio accanto al corpo per simulare la testolina, e anche lì ho buttato glitter come piovesse.

Con una pinzetta ho piegato le zampe dei ragni, irrigiditi dalla colla vinilica, in modo da fargli prendere una posa più naturale.

Fatto...


14 ottobre 2013

Gufo Box

Anche quest'anno Halloween si avvicina!

Per uscire un po' dal tema dei pipistrelli, che mi è caro come molte di voi sanno già, ho pensato di chiedere aiuto ai gufi.

Questi gufotti dallo sguardo un po' perplesso contengono tre caramelle di liquirizia confezionate ed hanno una base di cinque centimetri per due.
Il template di questa scatolina, che non è difficile da ritagliare neanche a mano, sarà sul blog domani. 

BOOO!!!


19 settembre 2013

Bomboniere per battesimo

Ecco qui... facciamo finta che io non sia sparita per mesi...  

In realtà, a parte il lavoro, sono stata abbastanza occupata con attività varie ed eventuali: mi sono data alla maglia, al cucito di baby abiti ed alla collaborazione con Loretta, che ha testato diversi dei miei nuovi tagli. 

Alcuni di questi modelli saranno messi in condivisione presto, altri invece sono stati disegnati in esclusiva per lei e di conseguenza di qui non ci passeranno mai...

Intanto il primo modello di taglio, che caricherò appena avrò preparato anche le versioni per SCAL e magari per Silhouette, è quello che ho utilizzato per  le bomboniere della mia nipotina. 

Si tratta di una confezione simile ai porta-torta delle pasticcerie, ma con uno sviluppo più alto.

Ho preparato anche dei vassoietti per il trasporto, decorati con un nastro di organza arricciato, che hanno reso molto più agevole la consegna presso la location del rinfresco.

Le scatoline sono ritagliate da un cartoncino stampato con le carte digitali di Pink Petticoat, per la precisione i disegni Gingham e Little Polka Dots, nel colore "Mademoiselle".

Dato che in queste scatole non ci stava il solito sacchetto di tulle, troppo ingombrante, ho finito con il preparare dei mini-vassoi per cinque confetti, partendo da un cerchio scallop fustellato (Stampin Up - 2 3/8" Circle Scallop Punch) su cui ho fatto piegature in corrispondenza degli scallop.

Il tutto è stato avvolto in carta velina rosa, tagliata con la fustella più grande del set Spellbinders Scallop Square Large. Una volta finiti, i pacchettini di confetti avevano questo aspetto...

Nell'insieme sono stata contenta del risultato, che come al solito era molto migliore dal vero.

Appena riesco caricherò il template sul mio altro blog, quello dei tagli, e spero che possa servire a qualcuno. Sono molto carine anche in azzurro, per un maschietto, ed in bianco, avorio, lavanda o verde pallido sarebbero molto carine anche come bomboniere da matrimonio!

30 aprile 2013

Borsettina senza colla - No Glue Petite Purse

Ho postato sul blog dei files di taglio questa borsettina, che avevo disegnato tempo fa e che non avevo mai avuto occasione di tagliare.

Ora, Loretta, che ho "incontrato" attraverso il blog, mi sta dando l'occasione di provare questi files che rimanevano lì, pronti pronti, ma tristemente trascurati.

E mi fa pure le foto! Cosa chiedere di più?

Se volete scaricare il file, potete cliccare sulla foto, vi porterà al mio "nuovo" blog dei files di taglio, da dove la potrete scaricare. 

Il bello di questa borsettina è che non ha bisogno di colla, ma solo di due fermacampioni che tengono chiusa la borsa ed attaccato il manico. 

Spero vi piaccia...

16 marzo 2013

Dopo tanto tempo...


Dopo tanto tempo dedicato ad oggetti tridimensionali, oggi posto una card.

Mi è arrivato un set di timbri (era un bel pezzo che non ne ordinavo di nuovi) che avevo tanta voglia di provare.


Il set, che è di Papertrey, si chiama "Irresistibly Ikat", ed è ispirato ad una tecnica di tintura e tessitura, infatti i bordi di tutte le immagini del set hanno una specie di sfilacciatura che è caratteristica di questi tessili.

Un'altra prima volta per me sono stati i tamponi di inchiostro di Papertrey: ho comprato quattro cubetti (totale 10 dollari): "Fine Linen", "Spring Rain", "Canyon Clay" e "Scarlet Jewel". A parte quest'ultimo, li ho usati nella card, stampando ripetutamente il disegno e cambiando inchiostro ogni volta. 

La scritta, stampata in Versafine nero, è di Hero Arts (CL 129 - "Anytime messages").

La card è semplicissima, essenziale fino allo scarno, ma è così che mi piacciono. E poi mi devo disintossicare. 

Non me ne vogliano le amanti delle bambinette Tilda ed affini, sulle quali ho potuto ammirare capolavori di coloritura con Copics, acquerelli e reinkers, ma non è proprio il mio genere e - tra l'altro - girano ormai da anni e mi hanno un po' stufato. E ho sempre trovato ridondanti strati e strati di patterned paper e di embellishments. My fault, scusatemi.

Inoltre non credo me la sentirei di dare a un uomo, ma anche ad una donna adulta o a un ragazzetto, un biglietto con una bambolina, per quanto deliziosa possa essere. Ho l'impressione che da parecchio tempo e in ogni campo, dall'abbigliamento all'hobbistica, i produttori abbiano deciso che "femminile" ed "infantile" sono fondamentalmente dei sinonimi. E mi sa che noi ci stiamo lentamente abituando e piegando a questa logica.

Faccio fatica a trovare in giro cose da donna che non abbiano in qualche forma pupazzetti, cucciolotti, Minnie o Paperine. Nella migliore delle ipotesi me la cavo con cuoricini e fiocchetti.

Be', anche sorvolando sui cucciolotti e gli orsacchiotti, alla mia età, con il mio fisico non più sottile e i miei capelli che ingrigiscono, le Paperine e le Minnie mi sembrano fuori luogo. Per di più sono due personaggi  che mi stanno sui... praticamente da sempre: il loro creatore le ha plasmate sui peggiori luoghi comuni legati al genere femminile: sono vacue, vanitose, sprezzanti, capricciose, incostanti e sfruttatrici. Paperina rompe i cabbasisi a Paperino, ma non disdegna di uscire con Gastone solo perché ha la macchina nuova, mentre Minnie è una saputella antipatica e conformista, che pensa solo a farsi accompagnare da Topolino a cena fuori o a fare shopping.

Piuttosto mi faccio la felpa di Hello Kitty, giuro! 

So che molte di voi non saranno d'accordo con me sulle Tilde come su altri argomenti toccati in questo post, ma sono aperta ad ogni possibile critica, anche in forma di commento. Anzi, mi piacerebbe sapere se sono solo io ad essere così ipersensibile su questo argomento...

In ogni caso questo biglietto, ad un uomo, lo darei. Che ne dite?

07 marzo 2013

Come farfalle...


Perché mi ostino a ricordare l'otto marzo?


La risposta è nel verbo che ho usato. Non è una festa e probabilmente è l'unica ricorrenza che non sia stata inventata da qualcuno per far comprare o vendere qualcosa. 

L’otto marzo non è il giorno delle mimose vendute a prezzi vertiginosi ad ogni angolo e di donne che sciamano in branchi serali a riempire le pizzerie di risate e borsette.

La Giornata della Donna è stata dichiarata per la prima volta il 19 marzo del 1911 in Austria, Danimarca, Germania e Svizzera. Le donne marciavano per chiedere il diritto di voto e la fine della discriminazione. Solo una settimana dopo, il 25 marzo, alla fabbrica Triangle di New York si sviluppò un incendio che bruciò le vite di 140 lavoratori, quasi tutte donne, quasi tutte italiane o ebree. Questa tragedia spinse la legislazione americana a rivedere le leggi che regolavano le condizioni lavorative. 

L’otto marzo venne scelto dalle donne per rivendicare i propri diritti e per protestare contro la guerra a partire dal 1914. 

Siamo arrivati al 2013 e oggi, come ogni anno, voglio ripensare a tutte quelle donne che cultura, società, religione, costume, hanno imprigionato in ruoli codificati, senza alcuna considerazione o rispetto per la loro intelligenza, la loro volontà, i loro desideri.

A tutte quelle che anche qui tengono faticosamente in equilibrio molteplici ruoli, assolvono compiti e colmano vuoti che toccherebbe allo Stato riempire con servizi ed assistenza. A volte con un sorriso, a volte abusando delle loro forze e portando al limite la loro resistenza.

Ma anche a tutte quelle che guardano negli occhi per la prima volta il loro bambino, a tutte quelle che sono ancora innamorate come il primo giorno, a tutte quelle che vedono avverarsi il sogno di una vita.

Perché le donne sono bravissime a nascondere fatica e dolore, ma sono assolutamente magnifiche nel proiettare attorno armonia, amore e felicità.

Le anime delle donne hanno ali colorate.









Cioccolatini per le colleghe.

Che tutti sanno che il sistema circolatorio femminile contiene sostanzialmente glucosio liquido con leggere tracce ematiche...

21 febbraio 2013

Template per scatole a cuore

Come promesso ho caricato sul solito sito il template per le scatoline a cuore che avevo preparato per San Valentino. 

La scatolina è in misura cremino, per cioccolatini più grandi vi toccherà ridimensionare il file...

Questa volta ho aggiunto anche il formato Silhouette Studio, dato che sempre più persone hanno una Silhouette Cameo in Italia. Quindi nel file zip che scaricherete ci sono una foto di riferimento del progetto e le versioni per Make The Cut, Sure Cuts a Lot, Silhouette Studio ed SVG.

Potete scaricare il file da qui oppure dalla mia pagina dei templates, il link è sulla barra sotto il titolo.

Ne potrei preparare anche uno un po' più grande, per cinque confetti, da usare magari come bomboniera di matrimonio o battesimo. Che ne pensate?

13 febbraio 2013

Cuore fa rima con... fiatone

Come sempre in zona Cesarini, come sempre sul filo del ritardo, come sempre con il fiatone... anche quest'anno ce l'ho fatta: ecco i valentines per i miei colleghi!

Questa volta sono cremini, quei deliziosi cubetti di beatitudine che si sciolgono sulla lingua e dopo aver accarezzato la gola e fatto fremere l'esofago... si piazzano ineluttabilmente sui fianchi con l'ostinazione e la pervicacia che solo i politici aggrappati agli scranni in Parlamento sanno eguagliare.

Ho preparato una specie di scatolina su misura, aperta sul lato alto ed incollata sul retro di un cuoricino scallop ritagliato da cartoncino rosso. 

Sopra quello ho incollato un altro cuore in cartoncino panna stampato con una delle carte Pink Petticoat messe recentemente in commercio. Tutte le forme sono state ritagliate con la Black Cat Cougar.

Per rifinire puntini di colla glitter ed un cuoricino fustellato e ricoperto di glitter rossi. Il nastro in organza è avvolto intorno al cremino, ed è praticamente solo decorativo.

Poi metterò in condivisione il file di taglio, tanto ormai per questo San Valentino è tardi! 


27 gennaio 2013

Fatiche

Fatica forse è un termine un po' eccessivo, ma i calli sulle dita son rimasti... fare una copertina ad uncinetto con un filo di mohair singolo fa sempre il suo bell'effetto decorativo sulle mani. Ma che soddisfazione quando il lavoro è finito!

Dato che non voglio fare torti a nessuno dei miei pronipotini ho usato lo stesso filato per tutti, anche se per la piccola Sofia ho usato un mix di colori più femminile (si lo so, da questa foto non sembrerebbe tanto, ma aspettate...).

E per tutti, di base, ho usato la lavorazione tipica del quadrato della nonna. A modo mio, naturalmente. La prima volta il quadrato era in realtà un rettangolo, la seconda si è trasformato in uno zig-zag e per Sofia è diventato una serie di righe orizzontali, ingentilite da noccioline bianche.

Poi, per contenere la copertina, una bambolina morbida e lavabile ed alcuni cappellini fatti a maglia, ho cucito una borsina di feltro, decorandola con fiorellini di feltro fustellati, incollati con la colla a caldo. I fianchi della borsa sono dello stesso color melanzana della pattina.
Volete la prova che gli strani colori della copertina stanno bene su una bambolina rosa come un bocciolo di maggio?

Ecco qua! Che amore di bambina! Posso essere orgogliosa dei miei stupendi nipotini, o no?




25 gennaio 2013

E a volte il cielo diventa rosa...

Per secoli i filosofi hanno dibattuto sulla vera essenza della felicità.

Tutto tempo sprecato, fatevelo dire.

Presentatevi, un giorno a vostra scelta, in un qualsiasi reparto maternità, e potrete vedere, sentire e respirare la forma più pura e contagiosa di felicità.

Quella che solo la nascita di un bambino può farvi provare. 

Quella che, quando guardate quel faccino minuscolo, vi fa espandere i polmoni fino a farvi scricchiolare le costole.

Quella che vi fa pensare che state per perdere il contatto col suolo, e che tra qualche secondo finirete col sollevarvi da terra come un palloncino nel cielo azzurro.

Solo che in questo caso il cielo è rosa. Come la pelle delicata di questo fiore meraviglioso, questo bocciolo di bimba che è arrivata a riempire la nostra vita con tanto altro amore. 

Un altro piccolo miracolo che tra qualche tempo sorriderà, facendo brillare i suoi occhi azzurri e togliendoci il fiato con lo sguardo limpido, aperto e pulito che solo i bambini sanno offrire.

Benvenuta Sofia. 

Il tuo tempo è appena cominciato, ma molto presto saprai che hai due genitori meravigliosi, che già prima che tu nascessi ti amavano più della loro stessa vita. 

Ti accorgerai che hai un fratellino bellissimo e simpaticissimo che potrai far impazzire e con il quale bisticcerai per anni, ma che sarà per sempre il tuo migliore amico.

Saprai che a casa ti aspettava una gattina affettuosa, che si lascia perfino torturare da quel terremoto urlante di tuo fratello e che prima che tu arrivassi abbracciava ronfando il pancione della tua mamma, perché già sapeva che eri lì.

Sentirai che i tuoi nonni, i tuoi zii, il tuo cuginetto, e tutto il resto della famiglia, noi bis-zii compresi, saranno sempre lì per te, felici di esserlo.

Benvenuta Sofia. 

Sei lontana, eppure sento il tuo minuscolo cuore battere forte dentro il mio.

Ed è una sensazione meravigliosa.

Ciao Sofia!

01 gennaio 2013

Slittine segnaposto

Per Natale ho avuto un po' da fare, quindi ho pensato di riciclare un file di taglio già fatto, quello del calendario dell'avvento...

Ho quindi preparato un certo numero di slittine ed all'interno ho messo un sacchettino con cinque chicchi di caffè ricoperti di cioccolato.

Una piccola tag con il nome ed alcune foglie di pungitopo incollate sul nastro le hanno trasformate in segnaposti per la tavola di Natale.

So che è un po' tardi per i files natalizi, ma se vi interessa per l'anno prossimo potete scaricare il file di taglio (versioni Make The Cut, Sure Cuts a Lot, SVG e JPG). Cliccate sulla foto per essere portati al file da scaricare...


10 novembre 2012

Questo è un calendario...

Si, questo è un calendario.

Sono anni che io e mia sorella prepariamo per la mia nipotina il calendario dell'avvento. 

Con il passare degli anni, la bambina è diventata ragazza, donna e ora mamma, ma sul calendario non si transige!

Ogni anno abbiamo fatto qualcosa di diverso: bustine appese o scatoline montate in diverse forme, a cassettini  o a forma di tetrabrik: questa volta non sapevamo che fare. 

Anche perché ora, con un bambino piccolo che gira per casa, dovevamo fare una cosa che potesse essere appoggiata in una libreria, fuori dalla portata dell'infante...

Il risultato è questa slitta, lunga 30 centimetri, larga 11 e alta più o meno 20. Nel sacco di iuta ci sono ventiquattro pacchettini infiocchettati e numerati, contenenti vari oggettini e cioccolatini. Le scatole sono ritagliate con la Cougar da carta (160 g/m) stampata con i disegni Pink Petticoat ed altre carte da scrap scaricate da internet. 

La foto non lo mostra, ma anche il sedile (rosso) su cui poggia il sacco è decorato...








29 ottobre 2012

In zona Cesarini...

L'ultimissima cosetta per Halloween è fatta su misura per le inguaribili ritardatarie.

Da un foglio A4 si ricavano quattro bustine piccole, 5x7 cm, giuste giuste per due o tre caramelle o come segnaposti su una tavola di Halloween.

Servono solo stampante, forbici e un po' di colla.

Una volta ritagliate le forme bisogna prima di tutto incollare il lato e il fondo, ottenendo una busta piatta.

Poi, a busta incollata, si fanno le tre pieghe tratteggiate rimaste visibili, due sui fianchi e una in basso.

Si inseriscono le dita nella busta, si piegano verso l'interno i due lati ed infine si piegano in sotto i due triangolini che si formano da soli in basso. 

Non è un gran progetto, ma nel suo piccolo potrebbe essere utile...

Intanto i miei femori di ghiaccia reale si stanno asciugando in forno...

26 ottobre 2012

Cameo, Silhouette e Craft Robo

Care le mie utenti Silhouette & Co.,

sto cercando di venire incontro alle vostre esigenze, ma dato non ho una delle vostre macchine non avrei modo di controllare se i templates che preparerò con Silhouette Studio sono disegnati nel modo giusto.

Sono alla ricerca di una collaboratrice a distanza: non mi fido a mettere materiale online senza almeno una prova, per questo spero di trovare almeno una di voi disposta a farmi da tester.

Se pensate di potermi aiutare accetto adesioni, sia sotto forma di commenti a questo post sia di mail.

Resto in fiduciosa attesa, sempre affettuosamente vostra

StampingDani


25 ottobre 2012

Consiglio...

Sarebbe utile se aggiungessi ai miei prossimi progetti di taglio anche una versione "Silhouette Studio", oltre a quelle MTC, SCAL ed SVG?

Fatemi sapere cosa ne pensate, perché se ho abbastanza richieste lo faccio, ma siccome è un lavoro in più se usate le vostre Silhouette, Craf Robo e Cameo con altri programmi non mi ci metto nemmeno...

24 ottobre 2012

I pipistrelli son tornati!

...e hanno già la pancina piena, quindi non fanno paura a nessuno, nemmeno a Neki, il gatto fifone.

In realtà non ho preparato tutta una serie di questi pipistrelli, ma solo un prototipo, perché in uno dei forum sulle macchine da taglio che frequento hanno apprezzato il modello "a busta" che ho presentato un paio di post fa, ed ho ricevuto alcune richieste private di altre forme per l'utilizzo delle coppette trasparenti di Stampin Up.

Non potevo certo dire di no (soprattutto perché mi diverto un sacco a disegnare queste forme da ritagliare) e quindi ho proposto questa versione, a pipistrello, con la tag che scorre verso il basso, al contrario della precedente che si apriva verso l'alto.

Anche se tag e cornicetta a puntine sembrano bianchi nella foto, in realtà sono in grigio, e nemmeno tanto chiaro! Scherzi della luce.

I timbri sono di Waltzingmouse ("Wanda's Pantry") in inchiostro Versafine nero.

I vermi... sono buoni!

22 ottobre 2012

Prêt à manger di Halloween


Ed ecco a voi, in anteprima su questa passerella, l'ultimo pezzo della collezione 2012 di Halloween. Come per tutti gli altri capi di questa sfilata la stilista ha voluto indulgere in diverse nuance del colore che sarà un must questa stagione. 

Con sfumature che vanno dal "Nero Cappa di Camino" al grigio "Intonaco di Casa Stregata", passando per il   "Fumo di Radice di Mandragola" e il popolarissimo ed impalpabile "Ragnatela polverosa", questo set sarà un caposaldo del prêt à manger del 31 ottobre. 

Quest'ultimo modello avrebbe dovuto, nelle intenzioni della stilista, essere arricchito nella parte inferiore destra dalla presenza di un ragno in metallo argentato e perle nere. I ragni evidentemente, nonostante il lungo preavviso (più di un mese) non sono riusciti a trovare un volo che gli consentisse di arrivare in tempo. 

Quando (o forse "se") finalmente arriveranno, saranno amorosamente ospitati presso la Maison di mode fino all'anno prossimo... potranno fare bella mostra di sé in altri, nuovi modelli. 

Peccato però: in queste confezioni manca davvero qualcosa...

Timbri: Inkadinkado - 99132 Scary Night
Punch bordo: Stampin Up - Pinking Hearts
Timbro sondo: Cornish Heritage Farms - Fine Houndstooth
Carte pallini, righe, zig zag: StampingDani (disponibili su richiesta, anche in altri colori)

Okay, queste vanno bene!

Ecco, finalmente hai capito... queste scatoline vanno molto meglio, almeno qualsiasi cosa tu ci metta dentro, non può morsicarmi!

Tranquillo, Neki, dentro ci sono solo una rotella di liquirizia, cinque orsetti gommosi e due ciuccetti acidi.

Il tutto chiuso in una bustina di cellophane per alimenti, visto che manca ancora qualche giorno ad Halloween.

Le scatoline sono quelle del Bel Paese, alle quali ho aggiunto solo il bordino decorato con un punch di bordo (Martha Stewart - Drippy Goo), un cerchio decorato a puntine (ritagliato con la Cougar) e un cartoncino timbrato con uno storico Waltzingmouse (dal set Wanda's Pantry, uno di quelli che ho usato di più in assoluto ad Halloween). 

Per chiudere la bustina ho usato tre pezzetti di nastro tipo organza, nei colori tradizionali del periodo, arancio, violetto e verde.

Per far aderire bene il bordino al tappo ho usato del nastro biadesivo, non volevo rischiare che si staccasse prima della consegna ai legittimi destinatari!

Ho ancora qualche progettino di Halloween in corso, roba piccola, di pronto uso...





20 ottobre 2012

Vermi sottovuoto

Un'altra delle leccornie che non possono mancare in nessun sacchetto di "Trick or Treat" è l'ormai classico verme in salamoia, nella sua moderna versione sottovuoto.

Ricco di proteine, vitamine, minerali (e zucchero), il famosissimo invertebrato di ruscello è un alimento sopraffino, con quel  je ne sas quoi di gelatinoso che fa tanta allegria quando si appiccica ai denti.

La nuovissima confezione "apri e fuggi" richiede l'utilizzo di coppette in plastica trasparente (Sweet Treat Cups di Stampin Up) e due pezzi di cartoncino uno dei quali, scorrendo, apre la botolina ritagliata su entrambi i lati della busta esterna con un punch rotondo.

A meno che non si abbia una macchina da taglio elettronica, che taglia cartoncino, fori e tutto, compresa la cornicetta a punte...

Il timbro di sfondo, così come la scritta in nero, fanno parte di un set Inkadinkado (99132 - Scary Night). Per ottenere il grigio chiaro dello sfondo ho steso con un rullo pochissimo colore grigio (Impress Slate Grey) su un blocco di acrilico, e quando il colore è stato ben steso ho usato il rullo per inchiostrare il timbro. E' un sistema che funziona sempre con i colori Impress, e consente di ottenere da un solo tampone moltissime sfumature, anche molto chiare. 

Per i particolari neri ho usato invece il nero Versafine, che dà una precisione di tratto assolutamente necessaria con timbri particolari come questo Happy Halloween, che ha parti smangiate ed altre molto sottili.

Il timbro sulla botola nel retro, sempre in Versafine nero, viene da un set Waltzingmouse Stamps (Midnight Feast).

Per i curiosi le caramelle sono di Haribo, si chiamano Wummies ed hanno il sacchetto con il top rosso e la scritta in bianco. Di solito nella catena di supermercati Billa li trovo e sono un must per Halloween...





16 ottobre 2012

Ma mamma, proprio i ragni?

Lo sai che i ragni mi fanno paura, mamma! Uno di questi mi ha anche morsicato!

Non date retta a Neki, questi ragni sono buonissimi, in tutti i sensi. Specialmente se vi piacciono i Chupa Chups. E non mordono.

Be', quasi mai...


Altro progettino velocissimo e fattibile con solo un po' di carta velina nera e dei nettapipe. Non è farina del mio sacco, li ho visti anni fa in giro su internet ed ho pensato di farli perché quest'anno i ragni sono un po' il tema ricorrente dei miei lavori. 

Avrei preferito i nettapipe neri, ma non ne avevo abbastanza in casa, e mi sono arrangiata con un po' di grigi, beige e viola, ed ho tenuto i due o tre neri che avevo per i musetti, arrotolandoli intorno al bastoncino.

L'idea originale era di usare quegli occhietti ballerini fatti a bolla, con una pallina nera all'interno. Ero convinta di averne, ma li avevo finiti. Così all'inizio avevo fatto gli occhi con quei colori in tubetto che una volta asciugati rimangono solidi, in bianco e nero. 

Però non mi piaceva come erano venuti e dopo aver fatto la foto con Neki ho deciso di provare una cosa diversa, e li ho sostituiti con delle mezze perline, di quelle con l'adesivo sul retro. La pupilla è fatta con un puntino di pennarello per CD nero ma nemmeno così sono perfetti.

Insomma sono ragni un po' raffazzonati, ma non credo che i bambini che li scarteranno siano così perfezionisti da farci troppo caso!  ;-D