29 ottobre 2018

Halloween... di nuovo!

Ecco, ormai potrei tranquillamente cambiare il nome di questo blog in "i lavoretti di Halloween di StampingDani" visto che è fermo dall'ultimo giorno della zucca stregata...

Quest'anno potrei pure togliere la scritta "stamping" dal nome perché i timbri questa volta non sono nemmeno usciti dalla scatola!

In compenso ho rimesso in moto la mia Cougar ed ho messo a frutto delle fustelle comprate recentemente su Aliexpress...

Il primo lavoretto contiene delle caramelle gommose a forma di hot dog, con tanto di wurstel e senape. 

Le ho trovate al supermercato e sono ottime per Halloween perché sono confezionate singolarmente però il contenitore ha una forma strana, a sezione trapezoidale. 

Niente macchinari e marchingegni qui: solo rettangoli di cartoncino e paziente uso della scoring board. 

La cosa più lunga in assoluto, nella lavorazione di questo Halloween, è stata la produzione dei pannellini viola, ottenuti paciugando su cartoncino nero con i Distress Oxide WIlted Violet e Seedless Preserves, più qualche spruzzata di acquerello Zig Gem Colors viola. 

Ci ho messo un bel po' a farli, dato che questo cartoncino è il leit motif di tutto questo Halloween ma mi piace il color "verbena essiccata al chiar di luna" che dà, perfetto il per il salotto buono di una strega degna di questo nome.

I pipistrelli sono fatti con una vecchissima fustella marca Cuttlebug sulla quale ho incollato un cabochon di plastica che, tenuto in mano, cambia colore con il calore. Il tutto rifinito con occhietti rimbalzini ed incollato su un cartoncino coperto di carta glitter argento tagliato a goccia (fustella Aliexpress) che richiama un po' l'idea del vampiro. Tra l'altro l'argento è il secondo tormentone dei lavoretti di quest'anno, sta bene dappertutto come il prezzemolo orsino di fiume.


Seconda tranche, gli immancabili KitKat (family pack da otto, confezionati singolarmente, non eccessivamente costosi e graditi dai ragazzini).

Questa volta ho richiamato in servizio la mia fidata Cougar, alla quale ho fatto ritagliare questa confezione che nasce con pipistrello pronto a spiccare il volo. 

Il template è disponibile qui sul mio OneDrive in formato MTC e SVG.

Molto semplice, con l'aggiunta del solito pannellino e una scritta ritagliata nel cartoncino glitter argento con una fustella Aliexpress.

Li ho composti prima ed ho inserito il cioccolato a confezione completata ma probabilmente sarebbe stata un'idea migliore incollare la scatola con già la barretta all'interno... una l'ho scorticata nel tentativo di inserirla e HO DOVUTO MANGIARLA! Pensate che sacrificio...




Proseguiamo con una scatolina (fustella Aliexpress imitazione nonsodichemarca) molto comoda e carina. Ci stanno comodamente un mini Mars e un mini Twix. 

Completata dal solito pannellino viola e un charm su ogni confezione, trattenuto da un brad sul quale ho aggiunto una goccia di Nuvo Crystal Drop (Red Berry e Ripened Pumpkin) per dare colore.

Avevo un foglio intero di stickers d'argento a forma di catenella, acquistati lustri fa a Creattiva e finalmente messi all'opera per rifinire i bordi. 

I charms sono avanzi di due diversi Halloween passati, ne avevo ordinati un po' su Aliexpress, dove li trovo ad un prezzo accettabile e di diverso genere, magari l'anno prossimo mi butto sui serpenti: potrei usare i colori verde e nero e aggiungere il logo dei Serpeverde all'interno delle confezioni. 

I Serpeverde non mi sono particolarmente simpatici ma devo dire che sono adattissimi ad Halloween... AIUTO, I MANGIAMORTE! CHIAMATE HARRY POTTER O, MEGLIO ANCORA, ERMIONE GRANGER!


Passiamo ad una new entry, la Nutella monodose, gradita da ogni bambino e adulto di mia conoscenza. 

Per fare una cosa un po' diversa ho disegnato un template che le racchiude perfettamente e segue la loro forma. Anche questo disponibile sul mio OneDrive in versione MTC ed SVG.

Per trattenere meglio la Nutellina all'interno ho aggiunto un legaccio di cotone che le impedisce di scivolare fuori...

Fustella teschio trovata su Aliexpress, come quella a sezione circolare con i tagli a punto croce...

Poi ci saranno caramelle sfuse con sacchettini da riempire... non sa mai la roba non bastasse: quest'anno per la prima volta il condominio, tramite avviso dell'amministratore, ha ufficialmente dichiarato che i bambini sono autorizzati a girare ad Halloween ed a minacciare di scherzetto chi non si faccia trovare adeguatamente preparato col dolcetto...

Buon Halloween a tutti!

31 ottobre 2017

The BlackBird Project

Dopo tutti questi mesi di assenza dal blog pensavo che ormai nessuno passasse più di qui. 

Invece non ho fatto in tempo a postare i miei lavoretti affrettati per Halloween che... 

Ding... commento...

E chi poteva essere? Sempre gentile, sempre positiva... è lei: BlackBird!

In suo onore, ancora più affrettati, ecco gli ultimi lavoretti per Halloween: fascetta in cartoncino nero che copre i KitKat, un bello squarcio rosso (fustella Aliexpress, credo imitazione Tim Holtz) e una delle solite scritte Waltzingmouse embossata in bianco. 

Veloce veloce... ma dedicato a te BlackBird!

Oh cribbio... è già Halloween!

Eh già... quest'anno, complice un periodo complicato, mi sono ridotta a fare due cosette per Halloween il 30 ottobre!

Perciò mi sono limitata ad un paio di lavoretti semplici, una busta e una tag per le mini scatolette di Smarties.

La busta è in semplice cartoncino nero, con una tag a coda di rondine tagliata dal cartoncino grigio con una fustella MFT stampata in nero con il timbro di sfondo "Kaleidoscope" di Simon Says Stamp.

La scritta bianca viene da un vecchio set di Papertrey fuori produzione e ragnatela e ragnetto vengono da Aliexpress.

La fustella (che ha anche il suo ragnetto da ritagliare) l'ho pagata $ 1.79, anche se ora vedo che è in vendita a $1.99 (i prezzi fluttuano, su Ali...) mentre il ragnetto di metallo, sempre su Aliexpress, l'ho pagato $0.69 per dieci pezzi, il tutto con spedizione gratuita. 


Ultimamente ho comprato molto su Aliexpress e devo dire che le fustelle valgono veramente la pena mentre i timbri sono in silicone, che stampa meno bene, e hanno spesso piccoli difetti.

Ma passiamo alle tags: anche in questo caso fustelle Aliexpress, La tag (set da cinque $ 2.80) tagliata da cartoncino grigio è stampata con lo stesso timbro di Simon Says e sporcata sui lati con un cubetto di Distress "Black Soot". 

Il teschio con le tibie (Aliexpress - $ 1.64) in cartoncino bianco rischiara un po' il pezzo e a completare una scritta da un altro set fuori produzione, marca Waltzingmouse.

Mi sa che per quest'anno è tutto, se passano di qui i trick-or-treaters dovranno accontentarsi... 



15 aprile 2017

Il colore della Pasqua

Il colore della Pasqua è il giallo, non c'è dubbio: ho fatto trenta scatoline, dieci con il fiocchetto rosa, dieci con quello lilla e dieci in giallo carico. 

Le gialle sono finite subito, i colleghi che sono arrivati per primi ne hanno fatto man bassa, poi sono andate tutte le lilla e le povere rosa sono rimaste lì, sole solette, in attesa degli ultimi arrivati. 

Eppure anche rosa mi sembravano carine... probabilmente mi sbagliavo. 

Dentro ogni scatolina ci sono solo tre ovotti cicciottelli ma il lavoro è stato parecchio. 

Ho stampato in Versafine le pecorelle (MFT "Ewe Are The Best"), le ho colorate con i pennarelli Zig Real Brush e poi le ho mascherate per spugnare le nuvolette in Distress Tumbled Glass.

Ho spennellato sul fondo tre colori di Distress ("Mowed Lawn", "Forest Moss" e "Pine Needles" e ho rifinito il prato con qualche filo d'erba fatto direttamente con gli Zig.

Sopra il prato ho poi stampato in Versamark la scritta, tratta da un set di Waltzingmouse che purtroppo non è più in vendita, e l'ho embossata in polvere bianca della Hero Arts.

Ho tagliato il bordo delle fascette bianche con il punch "Scalloped Tag Topper" e ho aggiunto i fiocchi in cartoncino colorato (trovate il file di taglio, anche per Silhouette Studio, sul mio blog dei templates).

Non sarà il più originale dei lavoro, ma i colleghi hanno gradito lo stesso! 😊

22 febbraio 2017

Grungy cats


Come qualcuna può aver già capito ho un debole per i gatti, come le mie tende, sedie e divani possono dimostrare. In particolare ricordo che la mia prima gatta, Iko, aveva deciso di scavare l'equivalente domestico del traforo del San Bernardo nel bracciolo sinistro del mio vecchio divano, e nulla avevano potuto spray repellenti, strilli e preghiere a Bastet, dea protettrice dei gatti e dei divani.

Comunque, come dicevo, adoro tutti i gatti, di ogni colore, peso, misura e razza, ma specialmente quelli randagiotti e senza pretese. E naturalmente non fanno eccezione i felini timbrati...

Così quando ho visto i gattini di Scrapberry sono caduta preda di uno dei miei accessi di acquisto compulsivo e ne ho presi tre diversi (gli altri penso proprio li vedrete prossimamente su questo canale). Questo è grigio com'era la mia meravigliosa Shaya...

Vabbè: fatti, colorati, ritagliati... e poi non sapevo che farne, dato che non ho tante persone alle quali spedire biglietti. Ma le ATC sì, quelle so a chi darle (vero Amiche?) e la misura mi sembrava perfetta. Il punto era cosa mettere sullo sfondo, che non distraesse troppo dal gattino paffutello.

Risposta: i Distress, quelli vanno bene sempre e dappertutto, sono il prezzemolo dello stamping! Qui in versione grungy, un po' pasticciata e vissuta, in colori un po' fuori dalla mia comfort zone che però mi hanno dato soddisfazione: alla fine il risultato mi piace!

La prossima volta proverò il no line coloring, ma prima mi sa che devo fare il corso con Monica My Bonnet Bee...

Ora però devo andare, sento rumore di artigli al lavoro sulle sedie del soggiorno...

16 febbraio 2017

MFT, Brusho e... Laura!

Tempo fa io e le mie Amiche abbiamo avuto uno dei nostri incontri a base di chiacchiere, cibo e pasticci vari. 

Ognuna ci mette un po' di sé; io in questo caso ci ho messo solo il timbro ("Wavy Coloring Book" di MFT e pochi granelli di Brusho.

Laura tutto il resto. 

Io lo trovo bellissimo: i colori, le linee sinuose del timbro, il contrasto con il cartoncino nero e la scritta bianca, come il colore si frammenta e si distribuisce con l'acqua nelle parti delimitate dalla polvere da embossing. 

Per questo ci tenevo lo vedeste anche voi. Parola d'ordine: condivisione!

12 febbraio 2017

Un diamante è per... i Valentines!

Siamo di nuovo a San Valentino. E come tutti gli anni preparo qualcosina per i miei colleghi. 

Siccome sono tanti, al massimo si beccano un Ferrero Rocher o un Bacio Perugina a testa però ogni volta gli faccio una confezioncina ad hoc e devo dire che mi danno sempre grande soddisfazione. 

Tipo il collega che - qualche giorno fa - mi ha lasciato cadere lì con molta nonchalance, il commento "beh... San Valentino si avvicina... hai in mente qualcosa?"

Ed era abbastanza evidente che non si riferiva ad eventuali romantiche uscite con la mia dolc(issima) metà di cui, giustamente, non gli importa una cippa. 

Ma veniamo al dunque: tempo fa ho visto una bellissima scatolina "a diamante" fatta con la scoring board da Pootles, per la quale lei forniva un bellissimo tutorial (con video). Se non avete un plotter da taglio e le volete fare, cliccate sul link. E' tutto in inglese ma il procedimento è facile da seguire.

Chiaramente avendo un plotter da taglio e un'innata pigrizia (per non parlare di una trentina e passa di scatoline da fare) ho pensato bene di preparare un file per la mia Black Cat Cougar ed ho pensato di condividerlo con voi, insieme al file di taglio per il fiocchetto in due parti che trovate qui

La misura di base delle scatoline è di 3x3 cm, taglia cioccolatino.

Chiaramente ho apportato come al solito alcune modifiche, infatti nel file troverete il tipo "semplice" con il fondo da incollare ed una versione con il fondo a incastro che richiede per la chiusura della scatola solo un po' di biadesivo o colla su un lato.  

Per le mie scatoline ho usato cartoncino rosso, stampato in inchiostro Versamark con il timbro "Wavy Coloring Book" di My Favorite Things ed embossato con polvere bianca Hero Arts.

Fiocchetto in cartoncino bianco senza pretese.

Se volete scaricare il file di taglio passate sul mio altro blog, StampingDani Templates o cliccate sulle foto.

Buon San Valentino!



01 novembre 2016

Sketchy Halloween

Secondo voi ho esagerato?

Davvero?

Sicure?

Sì, ho esagerato. Anche perché complice non so quale festa organizzata da qualche parte, l'afflusso dei trick-or-treaters ieri sera è stato più contenuto del solito. 

Tristezza... 

Però i miei lavoretti sono stati apprezzati (posso ripetermi? Amo alla follia le ragazzine: sono più inclini a notare i particolari e la preparazione della loro controparte maschile).

Questa volta mi sono sbizzarrita con i timbri di Halloween di Tim Holtz ("Mini Blueprints Halloween 1" e "Mini Blueprints Halloween 2") e gli Zig Real Brush Markers. 

Tutte le basi degli incarti sono fatte di cartoncino grigio scuro stampato in nero con lo sfondo "Wood Plank" di My Favorite Things e a parte grigio e nero ho usato come colore dominante il rosso. Le scritte sono di un vecchio set Waltzingmouse Stamps, che nel frattempo ha purtroppo chiuso i battenti.

Vi mostrerò qui di seguito alcune foto dei miei lavoretti completati.

Scatolina di Tic Tac
Espositori per distribuzione





















Mini Kit Kat
Mini Smarties












Vermi take-away
Gianduiotto pipistrello (template ridisegnato)















Lattine di caramelle gommose

E per Laura, Monica. Agata e Zeno gli "Halloween Special", un pacchetto con tutto quello che vi ho mostrato e qualcosa in più...


"Halloween Special"


Ho fatto anche altri lavoretti con la mia amica Monica "MyBonnetBee" per la sua festa di Halloween. Uno è la mia prima zucca intagliata...



e poi le borse a forma di zucca in feltro arancio e verde cucite a mano per il giro caramelle dei bambini. Siamo partite senza modello e abbiamo fatto a stima, però mi sembrano venute bene... Le foglie le ha tagliate Laura con le forbici: sono così precise che sembrano fustellate!


E anche per questo Halloween... finito!


28 aprile 2016

Chameleon Roses


Monica mi ha regalato un set di Chameleon. Sono pennarelli dotati di una cartuccia integrata contenente un solvente e permettono di modulare la sfumatura del colore tenendo la punta del pennarello a contatto con il solvente: più tempo la punta rimane a contatto, più chiaro sarà il colore ottenuto, ma mano a mano che il solvente esaurisce la sua funzione, il colore diventa mano a mano più intenso, fino a tornare quello originale del pennarello. 

I miei primi tentativi sono stati un orrore ma poi, grazie agli insegnamenti di Monica, sono riuscita a ottenere la rosa colore verde acqua, la rossa l'ha colorata Monica e la gialla Laura. 

Spettacolo, vero?

Su fondo grigio antracite le rose di Stampin Up "Fifth Avenue Floral" spiccano tantissimo e i banners senape e verde sono nati dopo che avevo provato sotto la rosa gialla la variante viola, che era un avanzo di un lavoro precedente, fatto per Halloween.

Il bianco nitido e pulito della polvere da embossing sul contorno del fiore e sulla scritta dal set "Dandelion Dreams" di Clearly Besotted schiarisce ed alleggerisce il biglietto.

Oh, era ora di caricare un biglietto...

27 aprile 2016

Template TallBox

Ho appena aggiunto al mio blog dei templates il modello della scatolina fatta per una comunione.

Per ora sono disponibili i formati MTC (Make The Cut), SCAL (Sure Cuts a Lot), SVG e PDF..

Se volete scaricarlo potete trovarlo qui.

Qui sotto trovate anche l'elenco delle misure per lo scoring. Come vedete si tratta di un modello molto semplice, che può essere tranquillamente ritagliato anche a mano in versione semplificata.




















Comunione arcobaleno

Come ho già scritto in precedenza, una mia collega mi ha chiesto di preparare delle scatoline per la comunione del figlio, 

Ci eravamo fin dall'inizio orientate sulla scatolina alta per la sua semplicità che ci sembrava adatta alla comunione di un ragazzo.

Per sottoporre all'interessato la nostra idea avevo preparato le stesse scatoline, in versione miniaturizzata e stra-colorata, per la festa della donna.

Ci aspettavamo che scegliesse un paio di colori, uno di base e uno di contrasto ma lui ha deciso che la versione arcobaleno gli piaceva di più.

Come non accontentarlo? 

Ecco il risultato. Ho dovuto solo embossare in bianco una scritta e le spighe dal set "Cerimonia" di ModaScrap e ritagliare i banners con le fustelle Stitched Fishtail Flags di My Favorite Things.

Posterò il file di taglio delle scatoline, è un modello veramente semplice, ma ha il vantaggio di essere calcolato in pollici, quindi fare le linee di piegatura con le varie scoring boards in commercio, Martha Stewart, Stampin Up o ScorPal è comodo, veloce e facile.

Spero a qualcun altro possano servire.

08 aprile 2016

Buon compleanno Simone!

Tra qualche giorno uno dei miei nipotini compie gli anni. Quattro anni, anche se mi sembra di aver fatto solo ieri il viaggio verso la clinica per fare finalmente la sua conoscenza, dopo tanti mesi di attesa...

Diciamo che fare un biglietto per un bambino di quattro anni è un po' un atto di fede: sono abbastanza sicura che non gliene fregherà una beneamata *** del biglietto in sé.

Ma ho un asso nella manica: le pecore. Perché le pecore sono animali e Simone ama gli animali, li ama smodatamente. Vuoi fargli un regalo gradito? Regalagli una mucca. Un cavallo. Un maiale. O magari una pecora. 

Non veri, naturalmente, (la logistica casalinga sarebbe sicuramente un po' problematica) ma gioca tantissimo con le riproduzioni di animali e con la loro fattoria. 

Ho usato i timbri dal set "Ewe Are the Best" di My Favorite Things, alcune scritte dal set "The Big, The Bold and the Happy" di Winnie&Walter e le fustelle alfabeto di Whiff Of Joy.

Il secondo biglietto, fatto per conto di mia madre, bisnonna del pargolo, si rifà al suo segno zodiacale, Ariete.

Niente pecore qui, ma almeno il ragazzetto ha le corna come un vero ariete e speriamo che questo lo renda più gradito  ;-D

Il timbro è di Whiff Of Joy, si chiama (sorprendentemente) "Aries" e originariamente era l'immagine di una bambina con i codini. 

Dato però che in famiglia non ho nessuna bambina di questo segno le ho tagliato i capelli. Con la forbice. Dal timbro. Senza pietà.

Sfondo timbrato con "Watercolor Stripes" di My Favorite Things, banner ritagliato con le fustelle "Stitched Fishtail Flags" sempre di My Favorite Things.

Tutto colorato con i Distress Inks.



11 marzo 2016

Coloriamo le mimose...


Amo le mimose.

La loro forma semplice, il colore brillante. la soffice e vellutata sensazione al tocco dei fiorellini a pom-pom...

E il profumo. Soprattutto il profumo. Le annuso come un cane da pista senza vergogna e con una vorace ed insaziabile voluttà.

Ma un'intera produzione di scatole giallo mimosa, beh...

Ormai le colleghe non sono più tante quanto una volta, complici trasferimenti, promozioni e calo del personale, perciò me la sono cavata con 18 scatolette. 

No, l'Alzheimer è ancora sotto controllo e sì, lo so che nella foto le scatole sono solo sedici, è che due le avevo già consegnate alle Amiche. 

La scritta "Always believe in yourself" è lì per due ragioni: la prima è che a volte noi per prime non crediamo in noi stesse. 

Siamo nate così o è colpa di uno stillicidio culturale che vuole convincerci che non siamo brave abbastanza? Che possiamo anche ambire a fare il Presidente della Repubblica, i sogni non si negano a nessuno, ma che in fondo un lavoro di livello inferiore è più alla nostra portata, ed è più comodo, c'è la famiglia, i figli, i genitori che invecchiano...

Pare assurdo che in paesi che vengono spesso considerati arretrati ci sono già da anni premier donne mentre da noi sembra ancora pura fantascienza, una roba tra "Io Robot" di Asimov e "Fanteria dello Spazio" di Heinlein.

Beh, mie care signore, siamo brave abbastanza. Siamo intelligenti abbastanza. Siamo forti abbastanza. E lo siamo ogni giorno, non solo l'otto marzo. Facciamoci un favore e iniziamo DAVVERO a credere in noi stesse. E se ci crediamo già convinciamo quelle che ancora non ci riescono. 

Perché solo se a credere saremo in tante (ed unite) riusciremo a far sentire la nostra voce.

Per ottenere che lo Stato garantisca il nostro diritto ad avere una famiglia senza rinunciare ad un lavoro sacrosantamente retribuito. 

Per essere sicure che siano puniti i delinquenti che si approfittano del bisogno economico per far firmare alle donne appena assunte lettere di dimissioni non datate, che ricompaiono magicamente al primo segno di gravidanza. Per poi sentirsi pure dire che è colpa nostra se non ci saranno le pensioni, è il calo demografico: "ora le donne vogliono studiare, avere una carriera, si sposano tardi e non fanno figli (che egoiste...)".

Come se tutte avessimo sfolgoranti carriere, tra riunioni di consiglio di amministrazione, cene di lavoro al Savini e segretari che ci seguono appuntandosi al volo i nostri numerosi impegni mondani.

Per una donna che ha una posizione "di livello" ci sono mille cassiere, segretarie, commesse, parrucchiere, poliziotte, impiegate... Il nostro lavoro può piacerci, ma non è quasi mai il tipo di carriera che ti fa rinunciare alla famiglia.

Il BISOGNO ti fa rinunciare alla famiglia; la mancanza di un supporto logistico quando il bambino ti esce dall'asilo e tu non ci sei, l'impossibilità di mantenerlo dignitosamente, il peso psicologico di un futuro senza certezze o speranze anche per lui.

Per questo, anche nel 2016, ANCORA nel 2016, l'otto marzo è importante, per ricordarci che non siamo sole e che siamo tutte sulla stessa barca.


-----

Tornando al lavoretto, un po' mi vergogno a dirvi che il timbro è lì anche per un'altra ragione: mi piace. Intendo che mi piace un casino, anche graficamente. E' uno dei miei preferiti... ma era solo la ragione secondaria, lo giuro.

Ho deciso di fare un 8 marzo coloratissimo anche a causa di una comunione: il figlio di una mia collega farà la prima comunione quest'anno, e lei mi ha chiesto di suggerirle delle scatoline facili da fare a casa. Le ho proposto questa scatola stretta e alta suggerendole di chiedere al figlio che colore gli piacesse. 

Risposta: "tutti. Le voglio tutte colorate, tutte diverse..." 

A kid after my own heart.

Le sue saranno un po' più grandi (queste sono mignon, base quadrata da 2,5 cm e altezza 10 cm), avranno un banner in misura con la scritta "la mia prima comunione" embossata in bianco e l'immagine di una spiga stilizzata, sempre in polverina bianca sul fondo della scatola. Semplice, veloce, colorata.

Probabilmente in seguito, su questi stessi schermi. Per ora, au revoir.


10 febbraio 2016

All you need is... a Valentine!

I miei colleghi mi hanno sgridato: a Natale, per loro, non ho preparato niente. 

Orrore. 

Mi tocca rifarmi con San Valentino, anche se il tempo per i lavoretti scarseggia e l'ispirazione latita. 

Per fortuna avevo, giusto giusto, una serie nuova di fustelle da provare, le Stitched Fishtail Flags di My Favorite Things.

Mi sono ritagliata trenta cartoncini rossi con quelle fustelle e ho stampato in inchiostro rosso (Red Royal della Hero Arts) il timbro Diagonal Stripes di Simon Says Stamp.

Su quello ho stampato uno dei timbri dal set You di Kaiser Craft embossato in polvere bianca.

Una volta preparate le basi ho preso un paio di misure e, con giudiziose piegature ho formato un alloggiamento per un gianduiotto.

Ho aggiunto due cuoricini tagliati con le fustelle Hearts di Lawn Fawn, uno strass rosso e... basta!

19 gennaio 2016

Reuse & recycle: come ti smonto la Cricut

In tutte le crafters che conosco c'è una costante: riusa e ricicla. Cartoncini, perline, tappi, scatoline... perché un domani, chissà, in un progetto o nell'altro potrebbero servire. 

Io faccio una fatica boia a buttare qualsiasi cosa e le amiche mi prendono in giro per le mie "pattumierine" piene di ritagli che non si sa mai, potrebbero venirmi buoni. 

Perché quel cartoncino celeste non lo fanno più e quella carta da scrap faceva un figurone su qualsiasi cosa, peccato ne siano rimasti due centimetri per tre, e pure tagliata storta.

Ricicla? Check!
Riusa? Check!
Riduci?... ecco, magari con la riduzione non mi trovo così tanto a mio agio...

In ogni caso veniamo al dunque: segnalo una ghiotta opportunità per quelle che negli anni si sono comprate una Cricut e ora avrebbero bisogno di un introvabile pezzo di ricambio... un portalama, il coperchio, gli anelli di trascinamento, il gommino di battuta del taglio...

Vi serve un pezzo? Vi si è crepato il pannellino davanti? Ecco la soluzione:


a chiunque abbia bisogno di ricavare un pezzo per riportare all'antico splendore una Cricut un po' acciaccata, Cristina mette a disposizione la sua vecchia Cricut che, anche se non più funzionante, è sicuramente una miniera di ricambi.

Perché lo sappiamo tutte che facciamo fatica a separarci dalle cose che abbiamo amato anche se non funzionano più, ma almeno sapere che in un modo o nell'altro qualcuno potrà ancora tenerne un vita un pezzetto è una consolazione, no? 

Quindi se la vostra Cricut è azzoppata ma funziona ancora, fatevi avanti, Cristina ha quello che fa per voi!

29 dicembre 2015

Il Natale, fatto da me

Cosa sarebbe il Natale in casa nostra, senza il tradizionale segnaposto a tavola?

Non proprio casa nostra, in realtà, visto che il Natale lo passiamo sempre da mia sorella e non proprio tradizionale, visto che ogni anno cerco di fare una cosa diversa, ma sempre di segnaposto di Natale si tratta, in fondo.

Questa volta, complice Pinterest, ho pensato di cimentarmi con le mini gingerbread houses, una a testa per ogni invitato: un piccolo villaggio di pan di zenzero!










Le casine da sole mi sembravano un po' poverelle, quindi ho deciso di completare il segnaposto con un albero di Natale in meringa, con un po' di colorante verde e una punta a stella sulla sac-à-poche. Fatto questo però dovevo avere una base su cui attaccare le casine perciò mi sono tagliata a mano dei biscottoni di fondo un po' più piccoli della misura del sacchetto che pensavo di utilizzare. Va da sé che per attaccarli è stato necessario spandere sul biscotto la stessa "neve" che ho messo sul tetto, fatta di ghiaccia reale applicata sempre con la sac-à-poche e una bocchetta tonda.

Per tenere aperto il sacchetto ho preparato dei fondi di cartoncino celeste stampato con il timbro Falling Snow di Simon Says Stamp ed embossato con polvere bianca.

Dato che i colori della tovaglia di Natale di quest'anno erano bianco, oro e argento, le tags con il nome applicate sui sacchetti riprendevano gli stessi colori (forme ritagliate con le fustelle "Tag You're It" di Lawn Fawn). Il materiale da cui le ho ritagliate è bellissimo e scintillante, purtroppo da questa foto non si nota tanto... Poi nastro d'organza bianco e nastrino argento per arricchire la confezione.

A seguire le tags da applicare ai pacchetti (pochi, solo per i bimbi, per noi il Natale già da qualche anno è senza regali e senza la rottura di #@]* di trovare il pensierino perfetto per mezzo mondo...)

Molto semplici e tutte uguali, cartoncino verde stampato ed embossato in bianco con un timbro dal set Nordic Winter di Waltzingmouse, cerchio ritagliato con le fustelle Stitched Circles di Simon Says Stamp, timbro dal set Merry Trees sempre di Simon Says in Versafine Olympia Green.

E a Natale, in una casa con un camino, come rinunciare alle calze appese? Un po' di feltro colorato, qualche fustella, nastro e pazienza ed ecco fatte le calze per i dolcetti (e un sacchetto di palloncini da gonfiare, che come sempre sono graditissimi!



A completare i preparativi per il Natale altri biscotti, le scorzette d'arancia candite coperte di cioccolato fondente che quest'anno sono venute particolarmente bene, e qualche altra cosetta meno laboriosa.

E per oggi è tutto!



08 dicembre 2015

Cicciobello style...

Mai avuto il cicciobello; quando avevo quattro anni mi hanno regalato un'altra bambola con il corpo di pezza e per quel poco che giocavo con le bambole, lei era la mia prima scelta. 

La scatola diceva "Andrea" e aveva un vestitino azzurro con pantaloncini corti a sbuffo ma per me, fin dal primo sguardo, è stata Sissy. Non come la principessa, di cui non sapevo nulla e nulla mi interessava. Non so nemmeno da dove mi fosse venuto fuori quel nome, ma lui per me era una lei, e una lei è sempre rimasta. 

Sissy e il Cicciotto che mi hanno regalato mia sorella e mio cognato quando avevo 11 anni sono le uniche bambole che mi sono rimaste in casa. Ora Sissi ha 50 anni suonati mentre Cicciotto solo 43... I conti sulla mia età fateli voi, tanto io mi sento ancora una ragazzina che si chiede dove sono finiti tutti quegli anni!

La rivincita il Cicciobello se la prende quest'anno: richiesto dalla pronipotina per Natale mi ha scatenato voglie di sartoria. Si sa che fare vestitini per le bambole richiede poco tempo e poca stoffa e che le bambole non si lamentano mai, quindi perché no? Avanzi di stoffa ne ho in giro... Avute le misure che mi servivano dalla gentilissima Daniela (guardate le sue bellissime tags con particolari a uncinetto in questo post) ho disegnato alcuni cartamodelli, però prima di buttarmi a capofitto nel cucito voglio assicurarmi che Sofia abbia superato la fase della bambola svestita...

Ho visto tante bambine piccole girare con bambole completamente nude. Gliele rivesti, loro le svestono. Ci dev'essere qualcosa nelle bambole vestite che innervosisce le bambine  ;-D

Per ora perciò ho iniziato con i pannolini, che Sofia stessa ha smesso da pochi mesi. Avanzi di due federe con le quali l'anno scorso le avevo cucito cuscino, piumino e copripiumino double-face il per il lettino da bambola Ikea che aveva voluto per Natale.

I pannolini hanno una chiusura in velcro sui due lati e dovrebbero essere facili da mettere e togliere. 

Se poi a Natale vedo che taglia e soprattutto foro per le gambine sono OK, se a qualcuna serve posto il modello. Per ora incrocio le dita!




07 dicembre 2015

Be merry...

Questa volta non posso dire di non essere stata fortunata!

Ho partecipato al give away che Cristina ha offerto sul suo blog, The House Of Blackbirds, ed ho vinto uno dei magnifici Christmas planners messi in palio. 

Ho perfino potuto scegliere la decorazione che preferivo e se questo non è un trattamento di riguardo, non so cosa lo sia!

Non ho mai avuto, e quindi usato, un planner per Natale e perciò ero curiosissima di vedere di cosa si tratta. 

E' una cosa bellissima, con parti per annotarsi i regali da acquistare, i memo per il menu della cena di Natale, le cose da fare e tante altre sezioni non solo utili, ma anche bellissime da vedere.

Per darvi un'idea del contenuto del planner vi ho fotografato una delle sezioni che mi stanno più a cuore: "Holiday Baking".

Probabilmente non lo sapete, ma ogni anno, con l'avvicinarsi delle feste il mio forno, che per il resto dell'anno rimane - diciamo - a riposo, parte in frenetica attività.

Cupcakes e dolcetti da portare in ufficio per salutare i colleghi, biscotti di pan di zenzero che in famiglia piacciono (e di solito arrivano decimati a Natale) ed altre robette del genere. 

Anche se non rientra strettamente nella categoria del baking, ci sono altre cosette che preparo sempre, come le scorzette d'arancia candite con una parziare copertura di cioccolato fondente. 

In tutto ciò mi resta un dubbio: avrò il coraggio di utilizzarlo? E' così bello che avrei paura di rovinarlo!

Io, che ho avuto la fortuna di vederlo dal vivo e rimirarne ogni sua parte posso dirvi che ho davvero apprezzato la precisione amorevole con il quale è stato preparato. Quando qualcuno di noi con l'hobby del crafting osserva un oggetto fatto a mano ne riconosce subito il valore, intuisce il tempo che gli è stato dedicato e ne apprezza la cura dei dettagli. Quando si regala qualcosa fatto personalmente si regala un pezzo di sé, perché tanta parte di noi è nel frutto delle nostre mani. 

Vorrei spendere ancora una parola sul blog di Cristina, perché è veramente bello, uno dei blog che vado immediatamente a leggere appena vedo un aggiornamento. Vi piaceranno sicuramente i suoi lavori, ma non fermatevi alle foto, concedetevi il tempo di leggere i suoi post.

Sono stata immediatamente colpita dalla freschezza con cui tra un lavoro e l'altro ci regala flash della sua vita familiare, nella quale tante volte ho trovato paralleli con la mia, anche se io invece di figli piccoli ormai ho pro-nipotini! 

Questo suo modo allegro e spontaneo di condividere le sue giornate me l'ha fatta subito sentire vicina, un essere umano vero e vitale e non solo una pagina su internet. 

Per questo motivo oggi voglio ringraziarti, Cristina, non solo per la generosità del tuo give away, ma per l'essere la persona che sei. Continua a scrivere!

03 dicembre 2015

Sfumature


Tempo fa ho visto a casa di un mio amico un poster. Era un dipinto astratto con tanti colori, alcuni vivaci, altri smorzati... intorno un sottile bordo nero e sotto, in bianco, il titolo dell'opera.

Pulito, nitido, semplice. Proprio come piace a me.

Oggi mi sono arrivati alcuni timbri nuovi, ordinati da Simon Says Stamp e, contemporaneamente, il tanto atteso set da 24 dei pennarelli Kuretake Zig Clean Colors - Real Brush.

L'incontro tra questi spettacolari pennarelli acquarellabilissimi e il bellissimo timbro "Etched Flowers" di My Favorite Things ha prodotto questi due piccoli folders, che custodiscono alcune ATC che devo consegnare alle mie amiche del cuore.

Sono pennarelli molto particolari perché invece di avere la solita punta in feltro più o meno rigido sono dotati di un pennello vero e proprio, come i Wink Of Stella. Colorare, sfumare e acquarellare è facile e divertente, i colori restano "lavorabili" ancora per parecchio dopo essere stati stesi sulla carta, anche se naturalmente lavorare a zone e sfumare subito dopo aver passato il colore è sempre più semplice.

Qui ho mischiato blu, azzurri, verdi e grigi su quella di sinistra e fuchsia, violetto, rosso, marrone e blu sull'altra.

La scritta è la stampa parziale di un grosso timbro, il primo in alto nel set Chalkboard Greetings Too, sempre di My Favorite Things, embossata con la polvere da embossing bianca della Hero Arts, arrivata insieme ai timbri e molto migliore di quella che ho usato fino ad ora, ormai irrimediabilmente invecchiata (penso abbia almeno sette o otto anni, se non di più...).

Scritta stampata con la Misti, per un allineamento sempre perfetto...  ;-D

09 novembre 2015

Risposta per Alberto

Alberto mi ha scritto una domanda in privato sul taglio del vinile, ma la mail che ha lasciato non è valida, il messaggio mi è rimbalzato indietro un paio di volte, quindi rispondo qui... Se mi leggi, riscrivimi segnalandomi la mail giusta, nel caso ti servissero altre informazioni.




Ciao Alberto,

non ho ben capito che tipo di lavori vuoi fare e su che spessore e misura di vinile.

I plotter da taglio nascono in origine per tagliare il vinile autoadesivo, per capirci quello per le scritte sulle vetrine o quello venduto a rotoli per il rivestimento di oggetti.

Se questo è il tipo di vinile che vuoi tagliare serve solo un plotter a lama e una buona entry level è la Silhouette Cameo, che costa sui trecento euro e taglia vinile del tipo che ti ho detto, con una larghezza massima di 30,5 cm ed una lunghezza variabile, virtualmente infinita, ma dipende dal programma che usi.

Se mi dici in modo un po' più preciso cosa dovresti farci ti dico se va bene o no...

Ciao

Dani

08 novembre 2015

Cercasi misure Cicciobello!

Ho degli avanzi di stoffa che mi girano per casa, e dato che per Natale la pronipotina ha scritto a Babbo Natale che vuole il Cicciobello Bua, pensavo di fargli qualche vestitino.

Online si trovano molti modelli di vestiti per bambole, ma sono quasi tutti per bambolotti più piccoli. Potrei adattare i modelli ma il problema è che la bambola non la regalerò io, perciò non ho modo di verificare... 

Se per caso tra voi ci fosse qualcuna tanto gentile da prendermi le misure sul Cicciobello della sorella/figlia/nipote, mi servirebbero:


  • lunghezza corpo (dalla spalla alla caviglia)
  • circonferenza collo
  • circonferenza torace (o pancia, in ogni caso la parte più larga)
  • lunghezza gamba (dal cavallo alla caviglia)
  • lunghezza braccia (dall'ascella al polso)
  • se possibile, anche la lunghezza del piedino...
Grazie mille!