07 marzo 2012

8 marzo 2012


E' di nuovo l'8 marzo e ancora, ogni giorno, leggiamo storie di donne minacciate, malmenate e uccise perché osano tentare di riprendersi la loro vita, o cercano di proteggere dalla violenza subita ed assistita i loro figli.

Non stiamo parlando di uno stato del terzo mondo, ma della "civile" Italia.

Dove diventare mamma significa spesso diventare all'istante anche una disoccupata.

Dove trovare un asilo che tenga tuo figlio senza ingoiare ogni mese metà del tuo stipendio è solo una speranza.

Dove una donna che prende lo stesso stipendio di un uomo a parità di lavoro è un fenomeno talmente raro da essere oggetto di  studio da parte di esimi scienziati.

Dove ancora oggi, se ti violentano, c'è sempre qualcuno che dice che te la sei cercata, forse perché portavi la minigonna, forse perché camminando muovevi troppo le anche. Ci sarà perfino chi avrà il barbaro coraggio di dire che magari ti è pure piaciuto. 

Dove subisci, dal giorno in cui nasci, un sottile, strisciante e pesante condizionamento che ti vuole convincere che certi lavori toccano a te mentre altre cose sono fuori dalla tua portata, e che se non hai un uomo al tuo fianco sei vuota, fallita ed inutile.

Dove, se un uomo non ce l'hai, non pensano mai che tu non l'hai cercato, ma sempre e solo che nessuno ti ha voluta.

Complessivamente, un'atmosfera viziata, inquinata e ammorbante in cui vivere.

Per fortuna gli uomini non sono tutti così: io ho avuto una fortuna sfacciata nella lotteria dell'amore e conosco molti uomini rispettosi, aperti, disposti a mettersi in gioco ed a misurarsi con una donna alla pari. 

In ogni caso noi donne dobbiamo tenerci la mano, preoccuparci le une delle altre, ascoltarci e sostenerci tra noi ogni giorno.

Dobbiamo ricordarci a vicenda che il nostro contributo alla vita, alla famiglia, alla società, allo Stato, all'economia, ad uno sviluppo etico e sostenibile è semplicemente incalcolabile. 

Che sulle nostre spalle gravano compiti spesso doppi, qualche volta tripli, che noi comunque riusciamo a sopportare anche se a costo di sacrifici e fatica. 

E' di nuovo l'8 marzo: approfittiamone per celebrare noi stesse, la nostra forza, il nostro coraggio, la nostra resistenza, la nostra capacità di adattamento, la nostra flessibilità. Domani, almeno domani, guardiamo negli occhi le nostre amiche, le nostre colleghe, le tante donne che condividono la nostra vita, e sorridiamo.

Perché nonostante tutto ce l'abbiamo fatta. Ce la facciamo sempre. E continueremo a farcela.

Siamo velluto fuori e acciaio dentro.

Vi voglio bene

Dani


P.S.: cioccolatini per le colleghe... 


27 commenti:

  1. Ma quanto hai ragioneeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!
    Condivido tutto quello che hai scritto e l'acciaio che abbiamo... è anche temprato!!
    Buon 8 marzo anche a te!!
    Betta

    RispondiElimina
  2. Quoto in pieno tutto quello che hai scritto!!!
    Buon 8 marzo!!!
    Luciana

    RispondiElimina
  3. Bellissimo post.. grazie di cuore!!! Felice 8 marzo!!!

    Un abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
  4. Sposo in pieno ogni tua singola parola, forte e chiara come da un po' non è facile sentirne.
    Grazie
    Monica

    P.S.: è un piacere rivederti su questi schermi!

    RispondiElimina
  5. bellissimo progetto....e bellissime le cose che hai scritto...sai non mi sono dimenticata di te anzi....e so che sono molto in ritardo con una cosa che devo mandarti...ma....chiedo venia...in compenso io e silhouette viviamo una profonda storia d'amore :)
    Ps: la tua frase finale....mi ricorda uno splendido film: magnolie d'acciaio...
    Buona festa della donna Dani...un abbraccio forte
    Melany

    RispondiElimina
  6. Brava!!! Condivido!
    Buona festa della donna.
    Marzia

    RispondiElimina
  7. proprio al telefono con mia sorella dicevo che non c'è proprio nulla da festeggiare.... che più passi in avanti abbiamo fatto passi indietro. Molto spesso, troppo spesso mi sento tradita, sconfessata ed inerme... sono solo una donna..... altre volte mi sento capace, organizzata ed insostituibile.... sono soprattutto una donna. Con questi sentimenti altalenanti mi accingo a vivere un altro 8 marzo di cui non vedo la ragione d'essere....
    ps... io è da un pezzo che ti guardo negli occhi..... e vedo una gran donna....

    RispondiElimina
  8. Dani cara, io odio l'otto marzo, ma perchè è il giorno in cui il mio papa' se n'è andato....
    Il tuo post è cmq bellissimo e veritiero.
    Stupendi i tuoi cioccolatini... un augurio speciale per te.
    Elena
    P.s. Ci sentiamo nel w.e. (STAVOLTA SENZA DUBBIO).

    RispondiElimina
  9. Grazie per il post, le tue parole sono vere e ci si sente meno sole se parliamo di certe cose... noi donne!!!
    Il cioccolatino???? FANTASTICOOOOO, come ogni cosa che crei!!!
    Auguri a te, e non solo domani ma ogni giorno!!!!
    Sara

    RispondiElimina
  10. grazie e auguri a te, a tutte. senza retorica!
    Pat

    RispondiElimina
  11. Michela07:09

    Auguri e complimenti per le belle frasi...
    Auguri a tutte le donne!


    P.s. Ma sono timbri le scritte che hai messo sul cartoncino o fatte al pc?
    Miki

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa per il ritardo clamoroso nella risposta: le scritte sono fatte al PC, il carattere corsivo si chiama "Before the rain", l'ho scaricato gratuitamente.

      Ciao

      Dani

      Elimina
  12. Post meraviglioso, da leggere e rileggere . . . brava hai perfettamente centrato il punto!!!!
    Complimenti anche per i pensierini . . . certamenmte da copiare!!!
    Un abbraccio e . . . auguri, per tutti i giorni però!!!

    RispondiElimina
  13. Senz'altro il miglior post di tutti i tempi, sul tema. Grazie!

    RispondiElimina
  14. Ciao dani, intanto bentornata... e che ritorno!! Un post d'amore, di sensibilità, di affermazione. Un mix di ciò che una donna può essere. E come non ritrovarsi nelle tue parole??!!
    Ti auguro una giornata serena, piena di sorrisi e di condivisione non solo con donne ma anche con quegli uomini educati al rispetto e all'amore.
    Grazie
    Daniela

    RispondiElimina
  15. carissima, vedo che posti molto raramente e ciò mi preoccupa. Però quando lo fai ragazzi ci metti l'anima e una creatività come al solito inarrivabile. Questi pacchettini sono deliziosi, che colleghe fortunate!
    bacioni carissima!!!

    RispondiElimina
  16. Bellissimo post quello che hai fatto, lo condivido tutto tutto. Grazie di cuore.

    RispondiElimina
  17. Tutto bellissimo dalla prima all'ultima parola.
    I regali per le tue colleghe sono fantasctici
    Grazie Dani!

    Laura

    RispondiElimina
  18. Anonimo13:45

    Ogni cosa scritta nel tuo post è sacro santa verità!.......cosa aggiungere? nulla, purtroppo è tutto vero, resta solo il fatto che essere donne è anche bello perchè gli uomini non possono e non sanno stare con le amiche come facciamo noi, primo perchè sono diversi, e poi perchè verrebbero subito additati come "diversi", almeno una nota positiva nell'essere donne l'abbiamo anche noi. Il regalo per le colleghe è semplicemente fantastico.............mi piace un sacco il font usato per la scritta: un fiore non basta...........che carattere è?????????? un abbraccio e un grazie e TANTI AUGURI
    Morena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa il ritardo... tempi duri per me! Il carattere usato per la parte in corsivo si chiama "Before the rain", e l'ho scaricato da internet.

      Ciao

      Dani

      Elimina
  19. Non posso che condividere in pieno le tue parole....tra l'altro splendide come i tuoi pensierini per le colleghe.....e tra il velluto e l'acciaio ci metteri anche (e tanto) cuore!
    Ciauxxxxxxxxx Ge

    RispondiElimina
  20. semplicemente grazie!!da donna a donna ciao betty

    RispondiElimina
  21. è bellissimo quello che hai scritto!!!! e i pensierini per le colleghe, bellissimi!!!
    bacetti Erika

    RispondiElimina
  22. patty221:27

    bellissimo post e felicissima ti averti ritrovata !!!! bentornata.auguroni anche a te !!!

    RispondiElimina
  23. Anonimo16:13

    ma che splendido post!
    Grazie per tutto quello che condividi con noi!! Sia materiale che spirituale!!! Ti lovviamo!!
    Manu

    RispondiElimina
  24. Questo post è stupendo sia per i regalini che hai realizzato che per i pensieri che hai scritto che mi hanno emozionata tanto.
    Ne approfitto anche per farti gli auguri per Simone:hai proprio ragione,è meraviglioso! Ciao,LARA

    RispondiElimina
  25. Come non condividere? Anche se con qualche mese di ritardo...auguri!

    RispondiElimina