01 ottobre 2015

Come ti archivio la fustella...



Problema: archiviare le fustelle sottili

Dati:
  • 1 raccoglitore ad anelli
  • n cartelline per raccoglitore, meglio se del tipo extra resistente
  • 1 saldatore a temperatura regolabile (o 1 Fuse della We R Memory Keepers)
  • 1 righello in metallo
  • 1 template (ne potrete scaricare quattro diversi più avanti nel post...)
  • 1 cartoncino spesso, misura cartellina, o meglio ancora 1 tagliere di quelli morbidi (io ho tagliato in misura un vecchio tagliere da cucina Ikea)

Risoluzione:

  • fate qualche prova di saldatura su una vecchia cartellina per selezionare la temperatura giusta {saldatore troppo caldo = taglio invece di saldatura}. Nel mio caso la temperatura giusta è metà di quella massima.
  • vale la pena di investire un minuto nella marcatura del tagliere con pennarelli indelebili (quelli da CD sono perfetti), si risparmierà un sacco di tempo in seguito. Io come riferimento generale ho marcato linee di taglio per cartelline da 4, 6 e 8 tasche (in nero) e da nove tasche (in rosso) perché sono le dimensioni più comuni per le buste delle mie fustelle.

    Se non volete confondervi potete segnare le quattro tasche su un lato e le nove sull'altro... Per vostra gioia e comodità, ho disegnato un PDF da quattro fogli con le marcature per la saldatura di cartelline da 4, 6, 8 e 9 tasche che potete scaricare cliccando sull'immagine qui sotto:
  • inserite il tagliere nella cartellina tenendo la parte forata a sinistra e con righello e cutter praticate i tagli per le aperture delle tasche (ad esempio nel caso della cartellina a quattro tasche tagliate solo la linea orizzontale centrale), poi sfilate il tagliere dalla cartellina. In questo modo avrete un taglio perfetto, solo sul lato davanti della cartellina. 
  • accertatevi di lavorare su una superficie resistente al calore (io proteggo la scrivania lavorando su un pezzo di compensato sottile che tengo da parte per queste cose). 
  • SOTTO la cartellina (non dentro) posizionare il foglio di riferimento per il numero di tasche necessarie, facendo combaciare il taglio sulla cartellina con la linea di taglio sul foglio di riferimento.
  • usando un righello di metallo come guida iniziate a tracciare linee tratteggiate con la punta del saldatore in corrispondenza delle linee tratteggiate sul foglio di riferimento. Perché tratteggiate? Perché il calore assottiglia la plastica nei punti di saldatura e lasciare alcune parti non saldate aumenta la resistenza della cartellina allo strappo. Indovinate come l'ho scoperto..
Questa  è una delle cartelline da otto tasche, notate la saldatura tratteggiata:


Chiaramente se invece di un saldatore usate il Fuse della We R Memory Keepers non dovete preoccuparvi di tratteggiare, lui è fatto apposta per saldare taschine e fa la puntinatura da solo...

La cosa comoda di questo sistema è che si possono fare anche tasche con misure personalizzate per fustelle particolarmente grandi, e utilizzare la parte rimanente per fustelle più piccole, come in questo caso. 
Come avrete notato in genere tengo le fustelle in bustine, per essere sicura di non perdere nemmeno i pezzi più piccoli, ma è probabilmente una delle mie menate, come il fatto di recuperare da internet le figure delle fustelle e i loghi delle marche da incollare sulle bustine (fatte anche quelle su misura con la Envelope Punch Board di We R Memory Keepers).

In ogni caso così so a colpo d'occhio cosa c'è nelle buste e di che marca sono le fustelle (per citare i prodotti che uso nei post del blog...)
Nelle bustine ci sono cartoncini (su misura, naturalmente...) su cui tengo le fustelle fissate con punti di colla Two Way Glue, che una volta fatta asciugare diventa riposizionabile come l'adesivo dei Post-It. Attacco e stacco le fustelle quando voglio, e se la colla finisce... ne rimetto un altro po'.

D'altronde che io non sia normale è di pubblico dominio ormai da molto tempo...

Che ne pensi, Blackbird, questo è abbastanza ossessivo-compulsivo?    ;-D

5 commenti:

  1. Aiuto, ho quasi paura...no, davvero sono senza parole. Però una cosa te la dico. A dire il vero le tenevo anche io nei raccoglitori ad anelli e usavo delle cartelline in plastica fatte apposta per le foto, quindi con due tasche davanti e due dietro...solo che le fustelle erano solo fissate al cartoncino senza bustina e le perdevo se non teneva più la colla. E' vero...ho solo da imparare...Grazie!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, all'inizio usavo anch'io quelle, soprattutto le cartelline porta biglietti da visita per le fustelle piccole che avevo preso agli inizi con la Cuttlebug. Ma poi, aumentando i set e le misure, mi sono resa conto che mi serviva qualcosa di più flessibile e personalizzabile.

      O forse è solo il mio tarlo personale...

      Baci

      Dani

      Elimina
  2. dani, sei geniale, come sempre.
    e sono super felice che tu abbia ripreso a pubblicare sul blog.
    non perdere il vizio! ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lavoro permettendo ;-D

      Dani

      Elimina
  3. anch'io le archivio così.... solo che ci metto del nastro magnetico anzichè le bustine, così sono sicura ce non vanno in giro ;-)
    Baci e buon lavoro!

    RispondiElimina